QUELLE BRUTTE SCORREGGIONE DELLE MUCCHE!

Da piccino,  come molti altri miei coetanei, venni costretto a imparare a memoria la poesia "Il bove" di Giosuè Carducci. La ricordo ancora. Volete che ve la reciti? Eccola:

T’amo, o pio bove; e mite un sentimento
Di vigore e di pace al cor m’infondi,
O che solenne come un monumento
Tu guardi i campi liberi e fecondi, 
0 che al giogo
inchinandoti contento [figuriamoci! n.d.r.]
L’agil opra de l’uom grave secondi:
Ei t’esorta e ti punge, e tu co ‘l lento
Giro de’ pazienti occhi rispondi. 
Da la larga narice umida e nera 
Fuma il tuo spirto, e come un inno lieto
Il mugghio nel sereno aer si perde; 
E del grave occhio glauco entro l’austera
Dolcezza si rispecchia ampio e quieto
Il divino del pian silenzio verde.

Ebbene, se Carducci fosse ancora vivo, probabilmente non gli avrebbe fatto piacere apprendere dalla stampa mondiale di ieri che insieme allo "spirto" (esalante dalla bovina "narice umida e nera"), ben più inquietanti effluvi sogliono perdersi nel "sereno aer": quelli emessi da pertugi non meno umidi e neri delle nari.

Udite:

<< Gb, troppi "gas": multate le mucche

Governo: contribuiscono a inquinamento

L’inquinamento atmosferico è un problema serio e forse anche per questo in Gran Bretagna hanno deciso di non sottovalutare nulla. Tanto che il ministero dell’Ambiente ha avvertito gli allevatori: limitate le flatulenze delle vostre mandrie, oppure verrete multati. Le emissioni di gas metano dei bovini ammontano al 7% di quelli che provocano l’effetto serra, e oltre un terzo di tutta l’immissione di metano nell’aria. 

Secondo David Milliband, il ministro per l’Ambiente, entro il 2020 l’industria dell’allevamento dovrà fare la sua parte per limitare le emissioni dannose, pena sanzioni.

Per Milliband, le flatulenze bovine possono essere limitate dando mangimi diversi agli animali, facendoli vivere più a lungo, o facendo sì che esse diventino combustibili nella forma di biogas. Nessuno, però, ha specificato se verrà introdotta una "tassa sul peto".>>

Da http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo342559.shtml

Immagine da http://www.liberonweb.com/images/books/8851401985.jpg

Annunci

5 Risposte to “QUELLE BRUTTE SCORREGGIONE DELLE MUCCHE!”

  1. Sfinge3 Says:

    Mi piace la tua ironia. O non era tale? 🙂
    Baci dal mare
    Marina

  2. MariaStrofa Says:

    Lucio, che poi il Carducci sarebbe costretto a cambiare la poesia in

    ch’ano, pio bove!

    ciao

  3. utente anonimo Says:

    Questo post mi ricorda una certa mandria di liceali, che sono stata costretta a frequentare per cinque anni, munita di fazzolettino di pizzo profumato. Gli esemplari multabili erano pochi, ma altamente inquinanti.

    Ciao

    Pamela

  4. Lioa Says:

    – Grazie dei baci, Marina. Li ricambio.
    – Maria, conosci le cosiddette “poesie all’incontrario”? Una inizia così: “T’odio, empia vacca…”:- )
    – Pamela, qua a Venezia uno degli insulti tipici è “Scorezòn e porsèo!”

  5. GajaC Says:

    A me questo post è piaciuto tanto. Ma il titolo è fenomenale. Mi ricorda un cosa del tipo: “quel bruttocattivo di papà ecc ecc…” ma forse sono troppo lucioangelinizzata. :-)* (tanto per dirti come mi tengo aggiornate con le tue produzioni letterarie!). Bacione. E per domani: buona Gaj… ehm… buona befana!:-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...