GENNA-LULU: LA VENDETTA

vendetta

 

Un paio di giorni fa scrissi su questo blog, rispondendo a Wu Ming 1:

“Penso di saper distinguere un fatto rivoluzionario da un fatto inane: se per una volta Giuseppe Genna rinuncia alle proprie royalties senza alcun reale vantaggio per l’acquirente (che paga il libro al solito prezzo tra gli 11 e i 16 euro), anzi con il fastidio aggiuntivo di doverlo ordinare all’estero (arriverà davvero? quando? e se non sei in casa al momento dell’arrivo può essere che torni indietro?) a me sembra un’operazione degna dell’Ufficio Complicazioni Affari Semplici.”

Ed ecco che ieri, puntuale, anziché il libro, è arrivata via mail la VENDETTA di Lulu.com, per aver io dubitato della sua efficienza postale:

“We regret to inform you that there has been a problem fulfilling your order. You will receive a full or partial refund of your order, depending on how much of the order we can fulfill. If you have any questions, please go to your Order History and click the Need Help? link next to the order number. Regards, Lulu Support.”

E subito dopo una nuova mail in italiano:

“Dear Lucio, 

C’è stato un problema con l’ordine, sei stato rimborsato e l’autore è stato avvertito. Ci scusiamo per l’inconveniente. Regards, Lulu Support “

“Cosaaaa????”, ho esclamato tra me e me. “L’autore Giuseppe Genna è stato avvertito della mancata PRINT ON DEMAND e non si è precipitato a mandarmi nemmeno un semplice mazzo di salumi per scusarsi? Questa me la paga!!! Vendetta, tremenda vendetta!!!!!”

(“… a meno che… a meno che… “, ho poi ragionato di lì a qualche secondo, “non sia stato proprio lui – permaloso com’è – a suggerire a Lulu di escludermi dalla lista dei beneficiari del suo impagabile… ehm… pagabile DONO!”)

E pensare che mi ero dimostrato disposto a sborsare più di 15 euro per averlo!

Okay. Pazienza. Come disse la mucca appena munta: “Inutile piangere sul latte versato!”. Non mi resta che accontentarmi della versione telematica di “Medium“, manco fosse uno di quegli sfigatissimi sans papier attualmente accuditi dall’organizzazione culturale senza scopo di lucro “Vibrisselibri.net“:- )

11 Risposte to “GENNA-LULU: LA VENDETTA”

  1. MariaStrofa Says:

    Gennerazione che va Gennerazione che viene, dice l’Ecclesiaste.

  2. Lioa Says:

    Se Giuseppe si è risentito, mi spiace. Peraltro io non conto nulla e l’ADNkronos si è già affrettato a ripristinare l’Ordine Costituito con il sg comunicato:
    “Roma, 12 mar. (Ign) – Un romanzo in rete da leggere a puntate o da stampare gratis. Oppure da acquistare a prezzo di costo in formato cartaceo. E’ questa la novità nel panorama dell’editoria italiana firmata da Giuseppe Genna. Lo scrittore milanese che sbarca sul web – ma era già uno degli animatori del blog ‘Macchianera ‘- con ‘Medium’, un romanzo che viene pubblicato su internet a tre livelli: a puntate, capitolo per capitolo, completo in un file pdf e in versione cartacea, con la possibilità di farsi spedire il volume rilegato al prezzo di 6,97 euro… A scegliere il web è uno scrittore che ha già conosciuto la notorietà tramite la pubblicazione con grandi case editrici, come per esempio ‘Mondadori’: ”Non ho notizia di autori che, pluripubblicati da grandi case editrici e tradotti all’estero, espongano in questo modo un libro inedito e denso, a cui tanto tengono -spiega il padre di ‘Assalto a un tempo devastato e vile’, edito dalla casa di Segrate -. Ciò non significa nulla, non si cercano primati nella prospettiva qui assunta. Significa invece che la letteratura ha molti modi per potere deviare dai sentieri tracciati dall’attuale industria culturale”.

    Andare incontro a una community è la scelta nuova: ”E’ ciò verso cui da tempo penso di spingermi: sentire che una comunità può raccogliersi intorno a un racconto e i racconti sono gratuiti, le storie sono di tutti”. ”Senza contare – conclude lo scrittore – che se si conoscessero le tirature e le vendite reali della maggior parte dei libri di autori anche noti, lo sconforto basterebbe a fare maturare una decisione come quella che ho preso”.

    [Bastasse pubblicare con Lulu, naturalmente, per ottenere l’attenzione di ADNkronos o dell’Ansa, diventare dei Giusepppe Genna sarebbe un gioco da ragazzi:-) ]

  3. utente anonimo Says:

    Dài, Lucio, per favore, adesso stai esagerando.
    *Tutti* gli ordini sono stati annullati, anche il mio, per un problema tecnico di Lulu. Genna non c’entra nulla, anzi, la cosa lo danneggia e basta.
    Da questa sfortunata iniziativa Giuseppe ha avuto solo sospetti (come i tuoi qui sopra) e insulti (es: un ributtante troll che sguazza da anni in una salamoia di invidia e rancore dà a Giuseppe del “truffatore” in un post lurido, meschino e melmoso sul proprio blog, post che sarebbe da querela per diffamazione se Genna avesse tempo da perdere e volesse abbassarsi ai livelli fognari di quel personaggio).
    Ad ogni modo, Genna ha contattato il servizio clienti di Lulu, ha risolto la cosa e adesso il libro è riordinabile. Anche da te, e con tariffa economy.

    WM1

  4. Lioa Says:

    Dai, Roberto, in fondo ho solo detto che mi sarei aspettato un “semplice mazzo di salumi” in segno di scuse!!!
    Non vi basta che questo blog si chiami “Cazzeggi letterari”???
    (Passata la febbre?).

  5. kinglear Says:

    Questa me la segno proprio per bene WM1. Ma proprio per benissimo.

  6. utente anonimo Says:

    lucio bello, me pare che stai a sbajà… adesso manda un bel mazzo di rose a giuseppe e fate pace dài… ho messo un post sulla lipperatura a questo pro.. te lo incollo qui sotto:

    Mi scuso in anticipo perché ho la sensazione che non riuscirò ad essere brevissima però considerando che non scrivo mai nulla spero che mi perdonerete (non lo faccio perché al 95% sarebbe solo x dire che sono completamente d’accordo con WM1 :-)).
    Io credo che questa faccenda Genna sia stata un po’ fraintesa da Lucio (che forse ha espresso un parere forte che non intendeva esattamente tale), e non completamente compresa anche da altri.
    Pare chiaro che Giù abbia fatto questo ragionamento: vi “regalo” una cosa, perché è mia privata. Se qualcuno la vuole leggere su carta invece che su web la può comprare qui, a prezzo di costo. Ad essere sincerissima, forse Giù avrebbe potuto dare qualche piccola spiegazione in più, o addirittura affidarsi a un altro service che gli avrebbe potuto garantire anche ecocarta (non faccio nomi x evitare l’effetto reclame :-)), ma per il resto mi pare una bella cosa, innovativa anche, soprattutto se fatta da un autore così (meritatamente) affermato come lui.
    Detto ciò però vorrei dire che anche se capisco e voglio bene al gesto emotivo del regalo di sé, del proprio dolore, non riesco a condividere il principio.. ho la sensazione, magari sbagliata, che Giù sia forse partito in questa operazione con l’idea “scusate se disturbo, sono solo cazzi miei, se proprio ci tenete leggeteli, volendo anche su carta”.. ecco questo non lo condivido perché non vedo per quale motivo trattare come meno dignitoso un lavoro dove si parla di sé rispetto alla fiction pura.. insomma Giuseppe, tu fai letteratura con quello che scrivi, a prescindere dall’argomento, non sminuire il tuo talento e la fatica della tua creatività per questo, abbi il coraggio di essere scrittore per tutto, anche per ciò che ti coinvolge più direttamente. Se poi non piacerai a qualcuno che vuole solo un certo tipo di letteratura beh.. sti cazzi, il mondo è pieno di lettori che ameranno questo Genna di più. Ti abbraccio, anche se l’ordine del libro non è andato a buon fine neanche a noi.. ma ora riproviamo!

    ciao lucio! un beso
    monica mazzitelli

  7. Lioa Says:

    Condivido tutta la seconda parte del messaggio di Monica, mentre continuo a trovare perfettamente oziosa la decisione di Genna di privare editori e librai italiani – poveracci!:-) – della loro giusta percentuale sul prezzo pagato dagli acquirenti, a vantaggio delle poste. Chi vuole procurarsi il libro di carta lo paga uguale (e in questo non c’è nessun dono), ma ha una difficoltà in più.
    Inoltre Genna NON ha indicato una strada per nessuno (saltare gli editori tradizionali per pubblicate direttamente con Lulu!) perché se lo fa lui magari questo suscita risonanza, se lo fa Pinco Pallino non lo caga nessuno. E Genna il nome se l’è fatto grazie all’editoria tradizionale, mica a Lulu!

  8. sabrinamanca Says:

    Ma è possibile che quando passo da queste parti ci sia sempre baruffa?
    Che sarebbe? Il lato oscuro del dibattito intellettuale?

  9. Lioa Says:

    Wuming1-Iannozzi.

    Se la prima gallina che canta ha fatto l’uovo, devo dedurre che il post “lurido, meschino e melmoso” sia stato firmato da Iannozzi. Io, purtroppo, non posso controllare perché non ho più accesso al suo blog. Iannozzi , in un empito di democrazia, deve avermi bloccato come utente, visto che non accetto di chiedere permessi scritti (non si sa se in carta semplice o legale) per citare le opinioni da lui seminate nei blog altrui.

  10. BOCL N.11 (LA LULULEIDE) « BEST OF CAZZEGGI LETTERARI Says:

    […] https://lucioangelini.wordpress.com/2007/03/13/genna-lulu-la-vendetta/ […]

  11. BOCL N. 11 (LA LULULEIDE) « BEST OF CAZZEGGI LETTERARI Says:

    […] https://lucioangelini.wordpress.com/2007/03/13/genna-lulu-la-vendetta/ […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...