IL COMPITO DELLO SCRITTORE PER RAGAZZI (3)

Da

"IL FANTOMATICO PIACERE DELLA LETTURA" (Dialogo tra un Appassionato di Libri e un Giovane Alitterato (1) in "Quel bruttocattivo di papà Cacciari!", di Lucio Angelini, © Edizioni Libri Molto Speciali, Venezia.
.
[… ]
"Posso farle una domanda un po’… delicata?"
"Prego."
"Secondo lei, è giusto che nei libri per ragazzi vengano censurati certi argomenti?"
"Bianca Pitzorno, una scrittrice con la quale concordo pienamente, è convinta che nei libri per ragazzi non ci debbano essere CENSURE; che vi si possa parlare di tutto quello che interessa realmente i giovani lettori o che fa parte della loro esperienza… Secondo la Pitzorno, l’unica censura non solo lecita, ma addirittura necessaria, è quella che riguarda la noia, l’ipocrisia, la menzogna, l’edulcorazione addomesticata, la mancanza di chiarezza. E la disperazione."
"Che c’entra la disperazione?"
"La speranza, dice la Pitzorno, è una virtù indispensabile per affrontare la vita. Qualche volta, dice, noi grandi ci sentiamo scoraggiati, pensiamo che il mondo stia andando in malora senza rimedio, che la natura umana sia tale da volgere sempre al peggio qualunque situazione. Spesso siamo così stanchi e delusi da aver voglia di gettare le armi. Be’, Bianca Pitzorno è convinta che tale sensazione, tale ‘visione del mondo’, non vada mai comunicata ai più giovani, non foss’altro che per un atto di umiltà. Chi ha detto, si domanda lei, che le nuove leve non siano più forti e più brave di noi? Chi ha detto che non possano raggiungere gli obiettivi che a noi sembrano irrealizzabili?"[2]
"Che simpatica!"
"Lo scrittore per ragazzi, in effetti, dovrebbe sforzarsi di inoculare la speranza. Ben venga tutto il resto, la trama avvincente e avventurosa e ogni sorta di ritrovato capace di catturare l’interesse dei giovani lettori, ma una cosa deve restare chiara: mentre lo scrittore per adulti può rappresentare anche la SCONFITTA FINALE e la DISPERAZIONE del protagonista o lo scacco che lo porta al SUICIDIO, lo scrittore per ragazzi, soprattutto se si rivolge ai più piccoli, dovrebbe evitarlo. Non si può proporre al bambino, che si identifica nell’eroe, questo tipo di SOLUZIONE alle difficoltà di vivere: il bambino non può far proprio un modello così rinunciatario e autolesivo. Non deve essere indotto a credere che sia questo il MODO GIUSTO di risolvere o semplificare i problemi che la vita propone a tutti e sempre. La vita è come un videogame a vari livelli di difficoltà: chi gioca deve fare di tutto per schivare gli ostacoli che via via gli si parano davanti, e cercare di VINCERE; se, poi, non dovesse vincere SUBITO, dovrebbe sentirsi stimolato a ritentare, anziché scoraggiato da insuccessi e incidenti di percorso, per poi passare al livello di difficoltà superiore… per questo trovo che i videogame, in qualche modo, abbiano una funzione educativa."

[1]  Calco sul neologismo inglese aliterate (persona poco abituata a leggere o a cui non piace leggere), a sua volta coniato su illiterate, che indica colui che non sa leggere, che è analfabeta.
[2] Le opinioni della Pitzorno sono tratte dal volume autobiografico "Storia delle mie storie", Pratiche Editrice, 1995.
Annunci

3 Risposte to “IL COMPITO DELLO SCRITTORE PER RAGAZZI (3)”

  1. utente anonimo Says:

    Sono assolutamente, incondizionatamente, spassionatamente d’accordo!

    Blackjack.

  2. utente anonimo Says:

    Posso dire che sono perplesso dal fatto che un post come questo sia stato commentato solo da un pirla illetterato come me?

    Blackjack

  3. Lioa Says:

    Blackjack, i complimenti me li stanno facendo tutti di là in “La poesia e lo spirito”, il blog della fratellanza:- )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...