NEO-EPICHE REAZIONI AL POST DI IERI

Ieri mattina, completato il post "WU MING 1 COME CRISTOFORO COLOMBO", mi ero premurato – per correttezza – di avvisare i destinatari della mia affettuosa satira, sperando segretamente di ricevere complimenti del tipo "Be’, stavolta ci hai fatto proprio ridere. Sei stato spiritoso"…

Non l’avessi mai pensato!

Nel giro di qualche minuto mi è grandinata addosso ogni sorta di improperi. Il più tempestivo  è stato Giuseppe Genna. Anziché dirmi "si tratta di una delle narrazioni super-storiche più importanti degli ultimi anni (in linea precisa con la poetica del New Italian Epic)" come ormai tende a ripetere pavlovianamente a chiunque gli stia un filino simpatico, mi ha intimato di non scrivergli GIAMMAI PIÙ, dandomi persino del "sottoautoriale" (dall’alto della sua sovrautorialità, ovviamente) con ciò forse vendicandosi delle mie mancate grida di meraviglia al suo neo-epicissimo "HITLER". Ha anche sottolineato che le mie presunte giocosità non lo fanno ridere per niente [a me certe sue pomposità sì, n.d.r.].

Subito dopo si è fiondata in mail box la Lipperini che, dopo avermi ululato [omissis]… , mi ha ufficialmente diffidato dal citare pubblicamente qualsiasi parte della sua mail privata. Me ne guardo bene. Posso, in compenso, sintetizzare la MIA risposta: le ho detto che anche se faceva finta di trovare volgare e disgustosa la mia insistenza sulla sua età, in realtà doveva aver capito benissimo che l’accostamento ad Alcina non aveva nulla a che vedere con gli anni (è peraltro più giovane di me),  ma con la sua doppiezza comportamentale: democratica a parole [come tanti… troppi progressisti di mia conoscenza, n.d.r.] intollerante nei fatti, almeno con me. Per esempio nel post di ieri sull’ESCLUSIONE ha censurato il seguente contributo:

«Ehm… credo che di esclusioni te ne intenda un pochino anche tu, nel tuo piccolo.»

Postato Giovedì, 8 Maggio 2008 alle 10:54 am da Lucio Angelini

[Il tuo commento è in attesa di approvazione.]

[L’approvazione non è mai arrivata ]

Ho aggiunto che se, secondo lei, facevo il pari con Berlusconi quando parla delle femmine in menopausa della sinistra, lei, secondo me, faceva il pari col Berlusconi quando scaccia dalla tivù Biagi-Santoro-Luttazzi, si parla licet componere magnis
Comunque, per farla breve, mi ha invitato anche lei a uscire dalla sua vita.

Verso mezzogiorno, infine, si è svegliato il grande sinistr’ orsoyoghi Wu Ming 1, ma solo per dichiararsi del tutto all’oscuro dell’accaduto, dal momento che ogni mia mail – a suo dire – finisce direttamente nel cestino, per essere cancellata in automatico. [Strano, visto che solo il 26 aprile scorso mi ha avvisato personalmente, proprio via mail, dell’impossibilità di tener fede all’appuntamento di Mogliano previsto per oggi 9 maggio:- ), n.d.r. ] Mi ha poi suggerito di pubblicare nel mio blog la seguente immagine:

filtro

con cui aiutare i miei detrattori a filtrarmi.

Per non contrariarlo ulteriormente, come Garibaldi ho pensato: "Obbedisco!". Ma gli ho anche detto: "Roberto, sei così buffo quando ti arrabbi". Evangelisti, per fortuna, è ancora in Francia e non si è potuto pronunciare sul mio nuovo delitto di lesa autorialità, ma confido grandemente nel suo aplomb. E tuttavia sto cominciando a pensare che prima di sedermi al computer, la mattina, e avviare il nuovo post della giornata, farei forse meglio a rispolverare la vecchia canzoncina sanremese "Papaveri e Papere" e cantarne il ritornello:  

"Lo sai che i papaveri son alti, alti, alti,
e tu sei piccolino, e tu sei piccolino,
lo sai che i papaveri son alti, alti, alti,
sei nato paperino, che cosa ci vuoi far???."

Celiare postmodernamente su un Autore che si sente con la A maiuscola in un lit-blog dichiaratamente votato al cazzeggio può provocare reazioni non sempre divertite, ora che il cipiglioso Bui ha lanciato la nuova moda: "Prendiamoci tutti terribilmente sul serio"… Ricordo, però, che quand’era più giovane e scanzonato, pubblicava addirittura nel suo GIAP le mie innocue parodie:

http://www.wumingfoundation.com/ourbooks/news.php?extend.54

Poi è rimasto choccato dal film "300" e adesso crede di essere Leonida:- )

PS: Faccio notare che il parametro n. 7 del Prontuario per Misurare la Neo-Epicità di un testo recita: «7. Comunità e transmedialità. – Sono opere transmediali e in qualche modo "collettive". Danno infatti spesso avvio a una serie di spin-off e "riappropriazioni", in una modalità che i Wu Ming associano alla "natura ‘disseminata’" dell’epica greca antica

Ebbene, io mi sono riappropriato a modo mio del saggio di Wu Ming 1, e quel lunatico mi ha tolto il saluto. Che ingiustizia, peròòòòòò:-/
Annunci

26 Risposte to “NEO-EPICHE REAZIONI AL POST DI IERI”

  1. utente anonimo Says:

    Angelini, ma che te ne frega? Che ‘sta menata della New Italian Pifferen sia una cagata pazzesca, l’ho capito persino io che di letteratura non capisco nulla.

    E non mi meraviglia la mancanza di spirito dei tuoi interlocutori. Personalmente ho provato a leggere sia Genna (grande Madre Rossa), vabbé, buon inizio, ma poi… sia WM & C. (scaricando i pdf), senza grande successo: non mi piacciono. Ho provato a concedergli la prova d’appello, ma l’ultimo era in libreria avvolto da una corazza di cellophane e non si poteva nemmeno sbirciare, così l’ho lasciato dov’era. Mica sono riuscito a capire perché fosse necessario riempire ulteriormente il mondo di plastica per un libello qualunque.

    Strano però che non ci sia alcun commento (sono tutti a Torino?) e, comunque, mi sono divertito un sacco. Attendo il seguito.

    Blackjack.

  2. mumbojumbo Says:

    “Va da sé che per “serio” non s’intende “serioso”. Si può essere seri e al tempo stesso leggiadri, si può essere seri e ridere”.
    Ma Wu Ming ha scoperto l’America o l’acqua calda?

    “L’importante è che, nonostante l’insuccesso del risultato testuale, si riconosca un’etica interna al lavoro narrativo. E’ già un bel passo avanti”.
    il che vuol dire che in nome di una presunta etica lo scrittore ha pieno diritto di appallarci con un testo malriuscito?

    io la niu italian epic proprio non sono riuscita a prenderla sul serio. ho trovato lo scritto di wu ming un po’ egoriferito, un po’ masturbatorio, francamente noioso.

  3. Lioa Says:

    @Blackjack e Mumbojumbo. “Non esiste ciò che esiste, esiste solo ciò di cui si parla”. Nel caso del NIE il grottesco sta nel fatto che a parlarne sono solo i New Sussiegosi citati nel saggio. Insomma se la cantano e se la ballano:- )

  4. utente anonimo Says:

    Lucio, hai ragione: esiste ciò di cui si parla. Epperò, a volte, solo parlare non serve; come quel tizio, che al bar raccontava sempre della sua ultima conquista, delle scopate meravigliose, dei grandi orgasmi. Sì, lo ascoltavamo, anche perché era divertente, ma alla fine, tutti sapevano che si tirava solo delle gran raspe davanti all’ultimo filmino porno; da solo, sul divano di casa.

    Professione falegnami. Potrebbe essere un buon titolo 🙂

    Blackjack.

  5. mumbojumbo Says:

    blackjack

    ulteriormente riassumibile, con aggiunta di significato evocativo di insipienza, in “segatura”.

  6. utente anonimo Says:

    come avviene nell’attuale societa’, coalizzati contro Angelini avete fatto “BRANCO”

  7. Lioa Says:

    Tranquillo, anonimo. Alla mia età e fuori da ogni possibile gioco come sono, posso permettermi il lusso di dire esattamente quello che penso senza tema di ritorsioni contrattuali: sono finiti i tempi della Fata Fatuccia e della Strega Forestana. Se un’iniziativa mi entusiasma, come quella dell’editore Peruffo, mi piace strombazzarlo ai quattro venti. Se un’iniziativa mi appare trombonesca, pure:- )
    Agli pseudo-amici che se ne vanno per un po’ di sfottò, posso solo dire: “Ciao!”. (Ciao Roberto, ciao Giuseppe, ciao Loredana, buon cammino).

  8. kinglear Says:

    Uè, non essere così suscettibile. E poi, soprattutto, non mi far stare con quel “ciao” à la Lucio Dalla proprio vicino a Roberto. Ecchecavolo! 🙂 Io sono un uomo libero e non epico come Roberto. Capisci la differenza? Certo che sì.

    To’, ti regalo la donna cannolo ^____^

    vero simbolo epico dell’italianetà, altro che New Italian Epic che è solo una cagata tremenda. Pare un grottesco manifesto uscito da un film mai girato con protagonista il ragionier Fantozzi.

    Ti faccio pure un regalino:

    Smaaackkk Luciooo… 🙂

  9. Lioa Says:

    Iannozzi: mi riferivo all’altro Giuseppe (Genna). A proposito, ho saputo che hai avuto un new-epico incontro con Gaja Cenciarelli alla Fiera del Libro di Torino… *-°

  10. kinglear Says:

    Ah, giugenna. Allora lascialo pure accanto al “ciao” per Roberto.

    Sì sì, ho incontrato la Gajetta. Anzi, lei mi ha incontrato, perché oramai io disperavo: la cercavo in ogni stand e non la trovavo. Poi m’hanno detto che Sironi non aveva uno stand, ragion per cui, seppur a malincuore, ero pronto a portarmi via dalla Fiera sicuro di non trovar la Dèa. Ed invece mi sento chiamare, mi giro e subito rimango ammaliato e abbagliato: la Dèa Gajetta m’è davanti. E allora subito ho cercato di darle un bacio e poi un altro… ^___* Un incontro epico, hai detto bene. Ma racconterò la giornata alla Fiera meglio, anche perché in tutta sincerità la cosa più bella era Gajetta, mica i libri o altro. No no, proprio Gajetta.

  11. utente anonimo Says:

    Caro Lucio, il tono un po’ sorpreso dei tuoi commenti alle reazioni dei soliti noti un po’ mi soprende….non avevi mai notato che basta uscire dal pensiero unico dominante e per caso sbagliarsi una volta facendo dell’ironia (nemmeno della critica vera…) invece che i soliti sontuosi complimenti per trovarsi subito marchiati a vita e insultati..anzi direi che con te sono stati persino gentili ;))…..
    Il problema comunque è che fin che si continua a commentare delle cose totalmente inutili come il saggio di Wu MIng (che si può riassumere in qualcuno che scrive un saggio per dire che lui e i suoi amici sono il nuovo della letteratura, il che fa già ridere senza aggiungerci altro…) allora è giusto che poi si prendano le pizze in faccia da gente così…insomma…gente che con la libera circolazione di idee ha poco a che vedere….
    Io mi chiedo sempre però..con tutti i libri e le cose intelligenti che ci sono in giro da commentare è possibile che poi si commentino solo le cose inutili giusto perché chi le scrive sta sempre in piazza a farsi bello?
    Ma andiamo su..leggiamo altro..che è meglio..
    Per inciso, anche se non l’ho capito, io mi sono divertito quando hai scritto quel pezzo “rognoso” sui miei fanculo e Neogenesis ;))..mi sono divertito anche quando Iannozzi, che è uno che si vanta di non avere mezze misure ha definito Neogenesis nella sua recensione “mezzo pieno e mezzo vuoto”…e gli ho anche detto che forse non aveva capito un cazzo di quello che aveva letto (cosa che confermo…ma non è un insulto..è una mia idea ironica…:D). Ora però aspetto però un’altro pezzo ironico da parte tua sul mio ultimo libro…però più sarcastico ancora..sennò non mi diverto…:DD
    A parte gli scherzi…parliamo di altri libri invece che dei soliti wu ming o genna….chi può come te vada a cercare altro.. che c’è ne sono in giro di libri di cui vale la pena parlare..questi “grandi autori” lasciamoli ai critici amici dei giornali che sono obbligati ad occuparsene, no?
    Un saluto
    Simone Battig

  12. utente anonimo Says:

    refuso: ce ne sono in giro…
    scusate..ma sto mangiando…ihih…

  13. kinglear Says:

    Simone, hai ragione, meglio parlare di te. 🙂 E così, convinto di ciò, ho pensato bene di riproporti al pubblico:

    http://www.jujol.com/2008/05/11/simone-battig-neogenesis-barbera-editore/

    La recensione la conosci già, però secondo me l’hai capita solo a metà, ed è questo il motivo principale per cui la ripropongo. 🙂

    P.S.: Non vedo l’ora di stroncarti o di portarti all’Olimpo con il tuo prossimo lavoro. 😀

  14. Lioa Says:

    @ Simone. “Qualcuno scrive un saggio per dire che lui e i suoi amici sono il nuovo della letteratura”. Ehm, sì, è proprio questo l’aspetto trombonesco della faccenda. Però Roberto non è uno qualsiasi. Ha dei numeri. Sprecherà dell’altro tempo a completare l’inutile trilogia atlantica, ma prima o poi si farà:- )

  15. utente anonimo Says:

    Accomodati Giuseppe :D..puoi tranquillamente stroncare DA QUANDO NON SONO QUI quando vuoi….e se ci riesci…però prima leggilo ;))…in realtà sai com’è con le recensioni..su Neogenesis mi fa piacere sia che ci sia la tua recensione sia che ci sia una recensione come quella fatta da lettera.com…o come quella di stefano spagnolo per stilos (ne parlo perché tanto ormai sono passati due anni..)penso che al lettore facciano bene tutte e tre..poi io posso condividere o non condividere ma è irrilevante.
    Lucio..non lo so..tu dici che ha dei numeri…io sono ancora convinto che tra avere dei numeri e dare i numeri ci sia differenza ;)…..ma non è questo il problema..ripeto..sarebbe meglio che chi può parlasse d’altro che non dei soliti faccendieri dell’editoria e della scrittura..e che quando si parla di un libro si parli del libro e non dell’autore, di quello che ha fatto o non fatto detto o non detto….se uno vuole sputtanare un libro lo stronchi..ma ironizzare sull’autore come persona mi sembra inutile parlando di un libro (il riferimento è ovviamente al tuo pezzo ironico su Neogenesis..)anche perché per molti che stanno sempre a dire e a fare cose ci sono tantissime altre occasione per poterli stroncare quando parlano o dibattono di letteratura e ci insegnano come si deve fare ;))
    Io poi, quella volta a biennio che parlo, sono stroncabilissimo no?..addirittura porgo l’altra guancia per farmi sbranare (vedi la storia dei fanculo ricalcati su Spike …che ancora qualcuno non ha capito…ihih)
    Tutto qui.
    Vi aspetto al varco entrambi..voi che siete liberi :DD

  16. GajaC Says:

    @Joseph: GRAZIE JOSEPH!!! #^_________^*# poi fammi sapere quando racconterai il nostro incontro, eh? :-DDDppPP

  17. utente anonimo Says:

    bella bimba??? Non prendi mai posizione!!! Pollice verso bye

  18. GajaC Says:

    non so chi tu sia, ma il mio intento non era quello di prendere posizione. sono appena tornata da torino, e non ho letto nemmeno un commento con attenzione. solo quello di giuseppe che mi nominava (sapevo che lo avrebbe fatto ed ero curiosa di leggere cosa avrebbe scritto).
    se la cosa ti ha disturbata non so che farci.
    saluti al tuo pollice.
    😛

  19. kinglear Says:

    *** GRANDE GAJA ***

    Non ti preoccupare. Sto preparando il nostro incontro. 🙂 Sul blog intendo. Non ti voglio anticipare nulla, però una cosa la posso già dire: sei proprio una bella persona, così come appari nel tuo blog.

    E vada al diavolo quel cacchio di anonimo; e che il pollice se lo metta pure in quel posto, così da tappare quel buco che usa per sfiatere sentenze. E ci aggiungo anche una bella pernacchia, quindi anonimo sturati gli orecchi e ricevi questo sentito PRRRRRRRRRR…

    Bacioni, Gajetta

    Beppe

  20. utente anonimo Says:

    caro Beppe, noi donne andiamo pazze per gli uomini di cotanta finezza…bye

  21. kinglear Says:

    Prima dovresti darmi la prova che sei una donna come vai dicendo. E in ogni caso la mia finezza non cambia. Sono per la parità, in ogni senso.

  22. utente anonimo Says:

    la letteratura come proiezione infantile. Solo l’infante adulto, munito di delirio -tuttocompreso- (già formula di uso turistico) può generare l’idea della nuova epica. E tale convinzione comporta infantilismi di genere. Cosa alta (arte) è l’infanzia. Di facile associazione all’infantilismo, che è miscela di superstizioni letterarie, come appunto il disinvolto etichettare new, ma si rimane di truppa e si sogna un esercito tutto per se. Perchè svegliare l’infante?
    (solidale per la maleducazione). aer

  23. utente anonimo Says:

    Nice Post

  24. utente anonimo Says:

    work at home

  25. BOCL N. 38 (LA BUFALA DEL NEW ITALIAN EPIC 1.) « BEST OF CAZZEGGI LETTERARI Says:

    […] NEO-EPICHE REAZIONI AL POST DI IERI […]

  26. BOCL N. 46 (LOREDANA LIPPERINI: LA NOTTE DELLA BLOGGER) « BEST OF CAZZEGGI LETTERARI Says:

    […] https://lucioangelini.wordpress.com/2008/05/09/neo-epiche-reazioni-al-post-di-ieri/ […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...