LIVIO BORRIELLO. MICA ME.

copertina-micame.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Raccontava l’altro giorno il mio amico Alberto G.:

«Poi Wu Ming 1 ha detto che il postmoderno è finito da un pezzo perché è finita la postmodernità, intendendo con ciò che sarebbe il caso di passare tutti quanti al neo-epico seguendo la pista così intelligentemente aperta da lui stesso e dai suoi amici. Ho ribattuto che l’importante era che in ogni epoca, COMPRESA QUESTA, ognuno restasse libero di scrivere COME voleva e CIÒ che voleva (anziché allinearsi  alle sue direttive). Mi pareva di aver espresso un’opinione rispettabilissima, ma la Lipperini, purtroppo, deve averla trovata di nuovo idiota e così l’ha censurata senza pietà.»

http://lucioangelini.splinder.com/post/17209512/LOREDANA+LIPPERINI%3A+STRANGOLAR

Ebbene, Livio Borriello, per dirne una, ha scelto di scrivere un libro di AFORISMI e ANNOTAZIONI DIARISTICHE. Poco neo-epico? E chissenefrega?

Spiega l’autore: «Il titolo MICA ME allude al tentativo dell’io scrivente di compiere un percorso dal sé al non sé, partendo dalle schegge psicologiche delle prime due sezioni, per arrivare attraverso l’eros de La sciamana, e il movimento eccentrico che esso produce, alla scrittura fenomenologica delle ultime due, dove i pensieri diventano Sovrappensieri, discorsi impersonali da cui si lascia attraversare un io allentato.»

Vediamo qualche perla:

«AL MAFIOSO

tu mi vuoi uccidere?

ma se muoio chi saprà mai che la seconda parte di e penso a te (quella che fa ba ba ba ba ba) non mi piaceva?»

[è evidente l’influsso di Roberto Saviano:- ), n.d.r. ]

«26.5

come capita nei romanzi russi dell’ottocento e in quelli edificanti per la gioventù di tutti i tempi, stasera ho incontrato dei ragazzi che avevano tramortito un topo e lo tormentavano: tentavano di dargli fuoco coll’accendino, addirittura lo prendevano a calci come un pallone. il topo era vivo, e un po’ arrancava, un po’ quasi mi sembrava esprimere una specie di dubbio sul senso della vita dei topi, non so se soffriva, ma sì, soffriva, non so in che modo. ebbene, nessuno dei presenti, me compreso, s’è mosso in sua difesa, tutti aspettavano un’iniziativa dell’altro, o forse del topo. ma la cosa che getta la luce più cruda sull’episodio è che, se esso mi ha inquietato o forse anche angosciato al punto che ho dovuto raccontarlo, non è stato a causa delle sorti e le sofferenze del topo, di cui, in fondo, non m’interessa un’acca, e comunque non al punto che fra due giorni non me ne sarò dimenticato, ma delle mie nel mondo, incapace come sono di difendere un topo»

«fino al cristianesimo il rango sociale è stato assegnato in base alla Forza, nell’età borghese in base al Danaro, nell’attuale società mediatica viene attribuito in base al Successo. Il nuovo Signore – ritenendo rischiosa e poco remunerativa l’eliminazione fisica del concorrente, disponendo di quantità di denaro che eccedono tutte le sue necessità – ha bisogno di una forma di appagamento più profonda e radicale: egli deve colonizzare la psiche altrui, occupare col suo nome e il suo volto lo spazio delle altrui esistenze, propagarsi nelle infinite retine, trombe di eustachio e neuroni del mondo»

berlusconi-t_240342c-740051.

.

.

Livio Borriello presenta "MICA ME" proprio oggi 26 maggio a Benevento – Sala Conferenze – Piazza Arechi II – Primo piano – Dipartimento Pemeis – alle ore 18.00 . Università degli Studi del Sannio.

Annunci

6 Risposte to “LIVIO BORRIELLO. MICA ME.”

  1. kinglear Says:

    Se la postmodernità è finita, il neo-epico non è neanche iniziato né mai inizierà se non le astruse fantasie di pochi.

    In quanto alla censura in rete, soprattutto quando si esprimono libere opinioni, trovo che sia un atto volgare e stupido. Cassare gli insulti, ma non le opinioni. Purtroppo Lucio la censura appartiene tanto alla destra quanto a qualcuno che ieri e oggi si dice di sinistra o di quelle parti lì. 😦

  2. Lioa Says:

    Borriello sarà contento che tu lo abbia apprezzato:- )

  3. utente anonimo Says:

    Segnalazione. Lucio, avevo postato due commenti ai due interventi precedenti. Uno (doppio) è apparso poi è scomparso. L’altro non è mai comparso.
    Felice Muolo

  4. Lioa Says:

    I due commenti non sono qui, ma in calce a un post precedente. Forse hai fatto confusione:- )

  5. utente anonimo Says:

    Strano, sono ricomparsi. Nessuna confusione. I commenti li avevo inseriti e cercati correttamente.
    Felice Muolo

  6. Lioa Says:

    Allora sono misteri di Splinder, che ogni tanto si inceppa e rallenta (troppi blog, forse). Sorry. Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...