GLI OCCHIALI BUCHERELLATI

.

(The Brontë Parsonage Museum, Haworth)

Se si consulta l’archivio di questo blog, si nota che il primo post in assoluto è del 30 aprile 2005: "NASCERE DA UN UOVO DI CIGNO". Era un pezzo di prova, già apparso in Nazione Indiana [uno dei tanti lit-blog da cui sono stato cacciato:- ), n.d.r.]:

http://www.nazioneindiana.com/2005/04/20/nascere-da-un-uovo-di-cigno/

A bloggare in maniera CONTINUATIVA qui da me, invece, iniziai esattamente TRE ANNI FA, il 5 giugno 2005, con il seguente post:

«Eccomi di ritorno dallo Yorkshire, dove ho coronato l’antico sogno di visitare il Brontë Parsonage Museum (la canonica in cui vissero le sorelle Brontë, fiancheggiata da un plumbeo cimitero) ad Haworth, sotto la brughiera omonima. Ho osservato il divano su cui, appena trentenne, tirò gli ultimi Emily Brontë ("Cime Tempestose"), cui erano già morte la madre (di  cancro), le sorelline Maria ed Elisabeth (11 e 10 anni) e il fratello oppiomane Branwell (31 anni). Emily aveva preso freddo, appunto, al funerale di Branwell. Ho visto la stanza riservata alle amatissime oche Adelaide e Victoria e quella in cui dormiva Charlotte, la più longeva (morì a ben 39 anni). La terza sorella scrittrice, Anne Brontë, malata anch’essa, era stata invano, nel frattempo, portata al mare a Scarborough, dove era morta a 29 anni. La sua tomba è fuori la chiesa di St. Mary, sotto il castello di Scarborough. Ho visitato anche quella.»

[A Scarborough, in realtà, ero andato non tanto per Anne Brontë, quanto perché mi ronzava in testa la canzone "SCARBOROUGH FAIR" di Simone & Garfunkel. Ricordate?:

Are you going to Scarborough Fair?
Parsley, sage, rosemary, and thyme
Remember me to one who lives there
She once was a true love of mine..
.

Oggi, a distanza di tre anni, il blog "Cazzeggi Letterari" chiude a quota circa 170.000 visite (anche se pare che il contatore sia improvvisamente saltato) sulle note di un’altra canzone: "Alla fiera dell’est", di Angelo Branduardi; e sulla suggestione di un’altra FIERA… ben più prosaica, a dire il vero, di quella di Scarborough: la FIERA CAMPIONARIA DI PADOVA, visitata di recente. Ecco, dunque, il mio ultimo post regolare:

"… ALLA FIERA COMPRÒ"

ocbucherellati3.

.

.

«Alla fiera campionaria di Padova

per due soldi

un paio di OCCHIALI

BUCHERELLATI

Lucio Angelini

comprò… »

ocbucherellatiA

D

I

E

U

DA OGGI IN POI SOLO CAZZEGGI SALTUARI, FORSE MOOOOOOOOOOOLTO SALTUARI…

ocbucherellati2

.

CIAO A TUTTI. GRAZIE A TUTTI. CHIEDO PERDONO A TUTTI. STATE BENE. BUONA STRADA.

[Foto in alto da http://www.flickr.com/photos/8166147@N05/1969108118/. Le altre di A. Bianchi]

Annunci

41 Risposte to “GLI OCCHIALI BUCHERELLATI”

  1. utente anonimo Says:

    Per purissimo amore di precisione: tecnicamente, non sono “visite” quelle del contatore. Sono contatti. “Visite” fa pensare al numero di visitatori, come se il tuo blog fosse stato visto da 170.000 persone, ma “contatti” è un’altra cosa. Se io per un giorno o due seguo una discussione in calce a un tuo post, tornando ogni volta per vedere chi ha risposto a chi, finirò per far scattare il tuo contatore decine di volte. Se una discussione è seguita anche solo da cinque-sei persone, ecco CENTINAIA di quelle che tu chiami “visite” ma sono contatti.
    Tu stesso, ogni volta che vieni sul blog a vedere se qualcuno ha lasciato un commento e rispondere a qualcuno, fai scattare il contatore molte volte al giorno. Vai avanti così per tre anni, poi fermati a riflettere: in tre anni (1068 giorni), 170.000 contatti è un risultato ben poco notevole, anzi, indiscutibilmente scarso. Sono 159 contatti al giorno. 159 contatti al giorno significa dieci-quindici frequentatori che ogni tanto vengono a vedere cosa c’è. Non dico che per tre anni si sia trattato sempre di quelle dieci-quindici persone, perché la gente va e viene, ma credo si possa ragionevolmente parlare, nel complesso, di poche centinaia di visitatori unici, dei quali una decina-quindicina mediamente assidui. Andando un po’ indietro nell’archivio dei commenti, ho visto che i nomi dei commentatori sono più o meno sempre quelli, l’unico che torna su base quotidiana e commenta ogni post è quello che si firma king lear, il più assiduo di tutti. Proviamo a prenderlo come caso di studio e dare un’occhiata da vicino. Non è infrequente che king lear abbia lasciato 5-6 commenti sotto un tuo post. Commenti non significa contatti, è facile immaginare che i contatti siano stati di più, perché non tutte le volte che è tornato avrà trovato qualcosa di nuovo a cui ribattere. Certe volte non avrà trovato nulla di nuovo, e quindi non avrà a sua volta aggiunto nulla. Ipotizziamo che per lasciare 5-6 commenti sia tornato qui quante, una quindicina di volte? E’ già il 10% della media di contatti giornalieri. Se tutti i giorni fosse andata così, king lear sarebbe artefice da solo di 17.000 scatti di contatore. Un visitatore = 17.000 contatti. Questo per far capire che uno scatto di contatore non significa una persona. La cifra finale per quattro anni di attività risulta drasticamente ridimensionata.

    G. Tremonti

  2. Lioa Says:

    Be’, precisione per precisione, allora dovresti togliere i sabati e le domeniche di tre anni, più le pause estive eccetera. Alcuni post hanno ricevuto anche 600 contatti, non credo siano passate 100 volte in un giorno le stesse sei persone, e comunque chissenefrega. Anche le vendite di Manituana – divise per i cinque autori – possono essere considerate particolarmente deludenti…
    Ma ammettiamo pure che “Cazzeggi Letterari” sia stato solo un lungo, velleitario soliloquio. Pazienza! Peraltro adoro la mia compagnia… Grazie, comunque, per la tempestiva visita. Il contatore continua a segnare uno, ma magari sei già passato dozzine di volte*-°

  3. elio_c Says:

    Vabbé, speriamo in un saltuario abbastanza fitto 😉
    Ho sempre trovato cose interessanti qua.
    Buon riposo!

  4. kinglear Says:

    Senti, grandissimo ASINO CHE NON SEI ALTRO, solo perché… ci siamo capiti senza che ci sia bisogno di aggiungere altro… piantala e aggiorna ‘sto cazzo di blog. E levati quegli occhiali: sembri LA MOSCA. 🙂

    Dài, Lucio, lo sai che ti voglio bene nonostante tutto. 🙂

    Beppe

  5. kinglear Says:

    Abbandonando la dai vinta solo a chi ti vuole male. Ricordatelo. E’ questo che loro vogliono. Non possono sperare in niente di meglio.

    Lucio, cazzo!, svegliati!!!

    Beppe

  6. GajaC Says:

    Lucio, ma come mai?
    Perché chiudi il blog?
    Dai, Lucio, ripensaci, per favore!

  7. utente anonimo Says:

    Vieni a mancare, ma mi par di capire che tornerai a mo’ di fantasma; quindi non c’è fine ma mutazione.

    Niente saluti allora, ma un grande augurio per il riposo che hai scelto. Fa’ che non sia eterno… ^____^ c’è molta gente che te vo’ bene e manco lo immagini…

    Grenar

  8. utente anonimo Says:

    chi ti ha seguito con interesse e stima non sono certo quattro gatti, ne conosco personalmente almeno una dozzina! Da parte mia un sentito grazie per “avermi fatto crescere” bye A. Bianchi

  9. utente anonimo Says:

    Ciao, Lucio! Tanto ci “sentiamo” comunque…

    Pino

  10. letturalenta Says:

    Dall’infreddatura della Emily scaturisce un insegnamento prezioso: metti il maglione pesante, specialmente in montagna!

  11. utente anonimo Says:

    Giulio Tremonti ha già dato dimostrazione in passato di non capirci granché con i numeri. Tre anni fa, per far quadrare i conti, voleva vendere le spiagge e tassare i cazzi di plastica e i film violenti. Non fa una bella figura nemmeno in questo caso. Per ribattere alle sue osservazioni e mettere in discussione tutto l’impianto del calcolo, bastano pochi elementi di statistica. Un blog cresce nella popolarità con gli anni, per cui se proprio Tremonti vuole andare a infinocchiarsi con l’aritmetica bisogna che prenda in esame il numero di contatti alla fine di ogni mese. Otterrà così un grafico che davvero riassumerà l’andamento del blog nel tempo. Potrebbe anche saltar fuori che alla fine del primo anno i contatti siano stati solo 10.000, alla fine del secondo 50.000, e alla fine del terzo 110.000, mostrando quindi un andamento via via crescente nell’interesse dei visitatori.
    A parte questo, ci sono tante cose belle da fare. Divertiti Lucio.
    Carlo.

  12. utente anonimo Says:

    Peccato…
    Doriana

  13. francescosasso Says:

    A tremonti.

    Le statistiche di Tremonti… mah. Visitavo questo blog uno o due volte la settimana, avrò commentato due o tre volte in tutto e raramente leggevo i commenti… forse un condono mi aiuterebbe!

    Comunque, Lucio… non chiudere. Al più, pubblica un post o due alla settimana.

    con stima

    f.s.

    f.s.

  14. utente anonimo Says:

    mi dispiace…..
    magari con più tempo libero sarà la volta buona che passi da Firenze a salutarmi….

    un bacio
    Marzia

  15. utente anonimo Says:

    Lucio eri diventato il mio giornale quaotidiano…..la prima cosa che facevo accendendo il pc era andare nei preferiti di letteratura e puntare il tuo blog…..ora mi dici che chiudi…..veramente peccato….spero che ci ripenserai….claudio

  16. utente anonimo Says:

    Mi meraviglio: sei andato a Scarborough e non dici niente dell’industria dell’allume. Basta, mi hai deluso, non leggero’ piu’ il tuo blog.

    Ciao e buone arrampicate!
    kalle

  17. utente anonimo Says:

    Lucangel, e’ estate, gli scribacchini acidi ti ripugnano, le ferrate ti chiamano, capisco. E’ roba invernale battibeccare di lipperatura. Buona estate, speriamo smetta di piovere, magari ci incontriamo appesi come salami a qualche via. Ma ti aspettiamo qui alle prime nevicate, eh!

    CatW

  18. kinglear Says:

    Lucio, ammettilo che non credevi d’essere così tanto amato. 😉

    Avanti, non fare il. 🙂

    Beppe

  19. Lioa Says:

    @Beppe, Gaja, Grenar, Bianchi, Pino, Luca, Carlo, Doriana, Francesco, Marzia, Anonimo, Kalle, Catwoman… ma allora non è vero, come sostiene Tremonti, che parlavo da solo. (Il contatore ha ripreso a funzionare, anche se in questi tre anni più volte si è bloccato, sottraendomi svariate centinaia di contatti*-°). Magari vi racconterò le emozioni provate in Grecia in cima all’Olimpo (sarò in vetta il 23 giugno, a tirare la barba a Zeus). Un abbraccio a tutti.

  20. Lioa Says:

    Urca, ho dimenticato Elio. Un abbraccio anche a te.

  21. kinglear Says:

    Chi ha detto che parlavi da solo è soltanto un bip. Non sempre si lasciano commenti, ma come vedi se ci abbandoni nel nostro piccolo ci incazziamo. Insomma, Lucio, ti vogliamo bene e ti leggiamo.
    E metteremo a posto quel cacchio di contatore. Non è un problema: ci vuole poco o niente.

    ‘Notte

    Beppe

  22. MaryZed Says:

    Non ci resta che attendere i racconti delle tue arrampicate 🙂 Con stima
    Mary

  23. utente anonimo Says:

    Mi si nota di più se non vengo, o se vengo e resto in disparte mimetizzato con la parete per tutta la serata?

    nanni moretti

  24. MariaStrofa Says:

    Caro Angelini, anche se sei uno stronzo rompiballe, collerico e vendicativo (per i motivi che ben sai e che non pretendo tu condivida – ma ho ragione io) sono sempre stata una delle tue affezionate lettrici, e questo quotidianamente.
    Non foss’altro perché il primo commento al mio blog è stato il tuo, o perché mi sono ispirato a te per il template, e, ultimo non ultimo, perché tutto sommato ti voglio bene anche se sei uno stronzone bastardo sesquipedalmente insopportabile, ti lascio un commento niu epico (che spero apprezzerai, visto che non commento più nessuno da mesi e mesi).

    Stammi bene, va’.

  25. utente anonimo Says:

    opperbacco che novità… L’avevi annunciata, certo, ma tra il dire e il fare ci sono le vette delle dolomiti…
    Capisco la voglia di lasciare, ogni tanto la provo pure io, ma secondo me non si riuscirà mai a staccare del tutto da questo mondo virtuale che se vuole sa dare tanto.
    Almeno per me è stato così, non per ultima, tra le esperienze memorabili, la bella avventura di Nenio in tua compagnia.
    Un abbraccio, decone, arrivederci spero a presto.

  26. ramona1 Says:

    ehm… chiedo scusa, il commento qui sopra, quello numero 25, è mio… Ciao Lucio

  27. Lioa Says:

    Ehi, continuate a visitarmi impeterriti… che dire? Se se ne accorge Tremonti-WC1, vi schizza addosso tutto il suo veleno:- )

    @Mary Zed & Nanni Moretti. Ciao.

    @MariaStrofa: ti copio incollo una tua risposta a Ferrucci in questo stesso blog il 23 Novembre 2006 – 12:54

    “PaoloF, diciamo che più che farlo a pezzi (non intendo correggerti, do la mia valutazione) *hanno tentato*. Ma la vedo dura con Lucio. Mena anche lui, forte, poi se ne esce con un cachinno sorridente, fa una piroetta e saluta. ConPolCor [Condotta Politicamente Corretta, n.d.r.], Lucio? Ma no, dài. In doppiopetto per sempre? Non sia mai. Io che pur mi vanto di non tirarmela, non ho mai visto uno così: capace di non mettere mai una barriera del suo essere questo o quello. humour mai elitario ma al servizio di tutti. Ho già avuto modo di dire che con lui, alla fine, litigano soltanto gli altri: Lucio dimentica dopo due secondi.”

    Se confermi, grazie e un bacio. Se non confermi, amen.

    @Ramona: grazie per l’abbraccio. Sono sicuro che prima o poi ci incontreremo in qualche alpeggio del bellunese…

  28. MariaStrofa Says:

    #27

    Sì, confermo, ma con me però hai perso: il primo passo, ora, l’ho fatto io. Quindi eri tu che continuavi a litigare 🙂

  29. Lioa Says:

    @Maria. Non “a litigare”, semplicemente a “tacere”, visto che tuo era stato anche il passo precedente.

    P.S. Pensa che ieri ho lasciato un commento in Lipperatura sotto il post dei 9 milioni di immorali. Avevo scritto: “Accidenti, proprio adesso che, dopo aver chiuso il blog, avevo deciso di fare la puttana!”. Naturalmente la Lipperini (o forse qualche suo paggio neo-pomposo incaricato della moderazione, visto che lei era a un convegno) l’ha eliminato. Ciao. Vado sui Lagorai sperando di non prendere acquazzoni…

  30. kinglear Says:

    Lucio, non te ne curare di Lipperatura. Che vuoi che sia? Manco fosse Doris Lessing o Dacia Maraini. Ma ti rendi conto? Prendila a ridere: più sono piccoli più fanno rumore quando cadono, credimi. 😉

  31. Lioa Says:

    Giuseppe, posso dirtelo? Dovessi scegliere chi buttare giù dalla classica torre, se la Lipperini o la Maraini, ebbene, non esiterei un attimo: butterei giù senz’altro la seconda:- )

  32. kinglear Says:

    Tu nutri nei confronti della Lipperini un sentimento di odio e amore, oramai è fuor di dubbio.
    Indovina chi butterei io invece giù dalla torre, senza pensarci su due volte o anche solo un secondo? 🙂
    Hai indovinato.

    Te lo consiglio di tutto cuore. Leggilo. Questo è un Libro che dura. Non è boiate in stile Pokémon e Heidi con i complessi d’inferiorità per via delle caprette che, a giorni alterni, fanno ciao, secondo il tiramento. Né è un’improbabile Lady Oscar in odor di perdere la verginità, solo una tisi e morta lì.

  33. utente anonimo Says:

    Allora fai proprio sul serio? Non ci credo. Ogni tanto tornerò qui a vedere, sperando di leggere qualcosa di tuo.
    Se avrai qualche recensione di romanzi, ricordati che la mia rivista è a tua disposizione: http://www.rivistaparliamone.it

    Un abbraccio forte forte.

    Bart

  34. utente anonimo Says:

    Dal film AMICI MIEI

    “Bisogna saper guardare in faccia la realtà: è stato un sogno, un sogno molto bello e basta. Tu hai diciott’anni, io ne ho cinquantadue. Non è per quei trentaquattro anni di differenza, che poi sarebbero il meno, è che il nostro amore non può avere nessun avvenire. Coraggio Titti, è meglio che ci togliamo il coltello dalla piaga e non ci pensiamo più. Ma sii adulto…Addio Titti.”

    “Addio merdaiolo, ci si vede domani al solito posto, a mezzogiorno.”

    “No, alla mezza! A mezzogiorno ho un pignoramento.”

    PS: Preso da qui http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=1194

    Andrea D’Onofrio

    lucis999@gmail.com

  35. utente anonimo Says:

    OT ma necessario
    purtroppo ieri sera 9-6-2008 il creatore del blog maria strofa carlo berselli di carpi (mo) è morto improvvisamente.
    un grande dolore acuto per chi lo conosceva e lo apprezzava, anche col suo carattere spigoloso.
    morris morris4@katamail.com

  36. PaoloFerrucci Says:

    Sì, Lucio, purtroppo l’amata Maria Strofa ci ha lasciati improvvisamente.
    Una grandissima perdita. Sono molto, molto addolorato. Domani andrò a dargli l’ultimo saluto.

    A presto, Lucio: un grande attestato di stima anche da parte mia. Auguri per tutto.

  37. utente anonimo Says:

    Ciao Lucio, un abbraccio
    Stefania

  38. kinglear Says:

    😉

  39. utente anonimo Says:

    Lucio, stamani nel ricordare Maria Strofa, ricordo anche te, felice di avervi conosciuto.

    http://www.bartolomeodimonaco.it/online/?p=1303#more-1303

    Un grande abbraccio. Tristi momenti.

    Bart

  40. pitagox2 Says:

    che sfiga, io arrivo solo ora a leggere il tuo blog! accidenti
    (almeno ho fatto crescere il contatore anzi il conttattore!) Ciao!

    Giulia

  41. Lioa Says:

    A quanti hanno ricordato Maria Strofa: notizia tristissima. Aggiungo un post tutto per lei, fuori chiusura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...