CIAO, MARIA

 

Al ritorno da una breve puntata nelle Marche, ho trovato ad attendermi l’amarissima notizia della scomparsa di MARIA STROFA (1), storica niusgruppara & blogger di prim’ordine.

La ricordo dapprima recuperando da it.cultura.libri una mia vecchia dichiarazione di stima:

"MARIA STROFA, SI CONSIDERI PUBBLICATA!"

del 12 dicembre 2001.

«Ai tempi in cui giocavo all’editore (2) avevo messo gli occhi su due possibili autori *molto speciali*, entrambi targati Icl: P. Bianchi e Maria Strofa. Pbianchi non prese in considerazione le mie avance editoriali ("Pamela" è sempre stata una gran capricciosa!); a Maria Strofa, invece, non le *avanzai* nemmeno (le avance): pur considerandola una talentosissima *outsider*, infatti, avevo ormai deciso di smantellare le edizioni Libri Molto Speciali in nome della mia nuova regola: semplificare al massimo la vita, concentrandosi sui piaceri della scrittura e dell’escursionismo alpino. Ma una volta per tutte vorrei dire pubblicamente: Maria, considerati pure pubblicata da me… per quel che vale, e se è vero che basta il pensiero:-) »

QUESTA FU LA RISPOSTA DI MARIA:

«On Wed, 12 Dec 2001 09:47:17 GMT, "Lucangel" @libero.it wrote:

> Maria, considerati pure pubblicata da me… per quel che vale, e se è vero che basta il pensiero:-)

Il pensiero è la sola cosa che conti. Anche i rendi_conti mandameli col pensiero. E tu sai quanto io ci conti… nessuna copia omaggio a Conti (Luca). Maria»
.
Recupero, in secundis, il post che le dedicai qui in Cazzeggi Letterari il 16 novembre 2006: "È rinata una stella!". Iniziava così:

"Uccidiamo il vitello grasso! Maria Strofa, la leggenda di it.cultura.libri dei tempi d’oro (ma anche di it.arti.trash, it.arti.scrivere, it.arti.poesia eccetera) (3) è tornata ed è qui:

http://www.mariastrofa.splinder.com/

Carramba che sorpresa! Linkarla è un must per tutti. Esordisce con un pezzo simpaticamente funereo:

‘IL CIMITERO LETTERARIO ovvero IL FUTURO DELL’EDITORIA. SEPPELLIRE È SEMIPUBBLICARE…’ 

«Lei conosceva il romanzo defunto?»

«Sono il padre » risposi facendo cenno all’anziana signora di parlare sottovoce. Avevo troppa gente intorno; nessuno mi conosceva ancora, ma erano tutti lì per farmi le condoglianze e se mi avessero identificato mentre ero in coda, avrei dovuto perdere troppo tempo a salutarli uno per uno.

«Lei è il padre?» bisbigliò obbediente la signora. «Oh, ma che onore… È la prima volta, da quando vado ai funerali dei romanzi, che mi capita di incontrare il genitore del defunto, prima della cerimonia. Il più delle volte, il genitore, lo si vede soltanto da lontano quando pronuncia il discorso funebre. E alla fine così tanta gente gli si accalca attorno per stringergli la mano e porgergli il proprio ricordino, che per riuscire a dirgli qualcosa bisognerebbe perdere tutta la giornata. Mi permetta di farle le mie sentite condoglianze» disse, porgendomi la mano destra ricoperta da un guanto di pelle bianca.

«Molto gentile, grazie.» Avrei voluto aggiungere che le sue condoglianze erano davvero sentite ora che le avevo sentite, ma decisi che non era il caso di giocarsi la prefica per una battuta.

«Anche lei ha un caro che riposa qui?»

Impostai la domanda con la faccia più di circostanza che potevo.

«Oh sì, certo… L’ho seppellito due anni fa. Era un romanzo storico. Un attimo che le do il ricordino.»…

IL  RESTO QUI:

http://mariastrofa.splinder.com/post/9910222/Il+Cimitero+Letterario "

Ciao, Maria. Chissà che qualcuno non provi a disseppellire davvero qualche tuo scritto sepolto… 

Ci eravamo appena riappacificati – come già altre volte in passato dopo più o meno epici scazzi -, nel commentarium al mio post precedente… Ora saremo per sempre amici, vuoi? Quello "stronzone bastardo sesquipedalmente insopportabile" di Lucio*-°

Annunci

14 Risposte to “CIAO, MARIA”

  1. utente anonimo Says:

    Ciao Lucio,
    sono Gabriele, non so se ti ricorderai
    di me, ma non ha importanza.
    Quella di ICL con Maria Strofa,
    con te e con tanti altri per me
    fu davvero un’esperienza indimenticabile… e ci sono rimasto
    malissimo. Adesso poi ho visto
    che chiudi il blog anche te.
    Non so che dire… un abbraccio

    Gabriele

  2. kinglear Says:

    http://www.mariastrofa.splinder.com/archive/2007-02

    Ciao Carlo, ciao
    E’ solo un ciao
    Non c’è d’aver paura

    Giuseppe

  3. utente anonimo Says:

    Grazie per il tuo ricordo
    Serena

  4. L0STANGEL Says:
  5. utente anonimo Says:

    cosa sarebbe l’amicizia se non ci fosse confronto acceso e chiarificatore per arrivare ad una profonda stima. Tu e Maria ne siete stati all’altezza! Esprimo il mio cordoglio alla famiglia Berselli A.Bianchi

  6. utente anonimo Says:

    La ricorderemo sempre, non è vero?
    Un altro dei miei incontri fortunati è stato quello con te, prima su it.cultura.libri, poi di persona a Roma.
    Un altro devo ricordare, un altro grande: Damiano Zerneri.
    Un abbraccio, Lucio.
    Bart

  7. Lioa Says:

    @Serena. Sono contentissimo della tua visita. Un abbraccio forte.

    @Gabriele. Certo che mi ricordo di te. Se vuoi, aggiornami la tua scheda in pvt.

    @ Giuseppe. Ti ho letto anche di là da te. Però tu non bazzicavi icl, se non erro…

    @ Bart. I leprotti… come dimenticare?

    @A.Bianchi. Grazie.

    Un abbraccio a tutti.

  8. cronomoto Says:

    Strofa riderebbe anche per aver fatto incontrare persone che mai avrebbero immaginato di vedersi o anche solo di sentirsi al telefono.
    A lui in realtà questo merito.
    Spero che si possa fare per lui quello che desiderava.

    Sono contenta che vi eravate riappacificati, mi aveva detto proprio qualche giorno fa che era dispiaciuto della chiusura del tuo blog: l’ho sentito disteso proprio per lo scambio che avete avuto.
    a presto
    lucia

  9. utente anonimo Says:

    Un altro devo ricordare, un altro grande: Damiano Zerneri.

    cazzo, morto anche lui????

  10. utente anonimo Says:

    Ma no, anonimo, che hai capito. Facciamo i debiti scongiuri. E’ ancora molto giovane. Era un grande tra i protagonisti di it.cultura.libri. Che il tuo commento gli porti una lunga e fortunata vita, che merita.
    Ciao.
    Bart

    Bart

  11. kinglear Says:

    Carlo io l’ho conosciuto tramite il suo blog. Ci siamo sentiti in pvt, un paio di volte. Non ho mai frequentato ICL, per questo scrivo che ci siamo sfiorati. Però insieme a Gaja, ce ne siamo fatte di risate insieme, Carlo, Gaja e io. Questo è quanto.

  12. utente anonimo Says:

    ci sono rimasto secco all’annuncio!!!
    Grazie a un blog ci eravamo “rincontrati” . E finalmente chiariti, dopo le “epiche” battaglie su ICL di quell’ epico 2001!!! Sembrano anni luce; ma fu un’esperienza straordinaria e irripetibile. Maria Strofa!!!!! Que viva siempre!

    raffaele mangano

  13. mochetta Says:

    Ho avuto un attimo di smarrimento alla notizia del buon Damiano.

    Bart, occhio con questi colpi.

    UN pensiero a Carlo, che non sentivo da tempo.

    Monica

  14. RICORDANDO MARIA STROFA « CAZZEGGI LETTERARI Says:

    […] https://lucioangelini.wordpress.com/2008/06/13/ciao-maria/ […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...