Archive for agosto 2008

INDISTRUTTIBILE ADA

30 agosto 2008

(Ada Tondolo nel 1946, tra i seracchi della Marmolada)

Qualche settimana fa era salita con noi della Giovane Montagna di Venezia sull’Ortles alla veneranda età di 85 anni. Poi, appena prima di ferragosto, una sorta di uragano Gustav sul suo corpicino esile: una rarissima infezione alimentare da Listeria presto sfociata in setticemia, meningite e coma… Come dire che era data per spacciata. Invece stasera, andandola a trovare nel reparto  Rianimazione e Terapia Intensiva dell’Ospedale Civile, la grande sorpresa: Ada si era svegliata e stava cominciando a dare le prime risposte sensate…

Appena si sarà rimessa del tutto, dovremo farle una grandissima festa. Bravissima Ada. Nuova medaglia d’oro da aggiungere alle altre già collezionate in gioventù…

[Foto da www.lucioangelini.splinder.com/post/14402401 ]

Annunci

“PERFECT LIFE” AL LIDO DI VENEZIA

29 agosto 2008

65. Mostra di Venezia

Adesso che qui al Lido di Venezia è cominciata la 65° mostra del cinema, vivo gli ozi balneari con un senso di colpa. "Forse dovrei gettarmi nella kermesse e ingurgitare film a tutte le ore del giorno", mi ripeto straccamente di tanto in tanto…

Prendiamo ieri: sono uscito di casa sulle 10 e 30 in bicicletta. Volevo portarmi in zona Excelsior per fare incetta di programmi e info, e invece ho puntato diritto verso il faro di San Nicoletto (estremità nord dell’isola) dove gli amici Antonio e Manuel mi stavano aspettando per un goduriosissimo bagno in acque profonde. Il molo di San Nicoletto, infatti, si protende per circa tre chilometri in mezzo al mare… C’è stato anche un breve dibattito in acqua sulla corretta gestione del respiro durante il nuoto: Manuel sosteneva che quando la testa è sott’acqua bisogna soffiare via l’aria dalla BOCCA, Antonio e io dal NASO. 

I due amici sono rientrati al Des Bains a piedi, io sono filato a casa in bicicletta. Poco più tardi ho preso il vaporetto n. 51 per le Fondamente Nove, fermata Ospedale. Le visite ad Ada (ancora in rianimazione) sono infatti possibili solo dalle 18.00 alle 19.00. Per la prima volta la mia sfortunatissima amica è parsa accennare a qualche tenue segnale di risveglio dal coma. Sono rientrato al Lido col vaporetto n. 20, quello che tocca l’isola di San Servolo e poi raggiunge il Casinò, ovvero la zona della mostra del cinema. Giacché alle 20.15 era previsto un film a sorpresa al Palalido, mi sono procurato l’invito e ho affrontato in un totale buio di informazioni il mio primo film della rassegna di quest’anno. Ho presto scoperto che la sorpresa consisteva in un lungo e tedioso film cinese intitolato "PERFECT LIFE" (vagabondaggi di due donne in fuga in una Cina ben diversa da quella delle Olimpiadi). Ad aggravare la situazione, mi sono ritrovato seduto fra vicini particolarmente chiacchieroni e così ho dovuto protestare (cfr il volumetto "Zitti al cinema"):

facendo la solita figura del vecchio brontolone. Che volete, io la gente che chiacchiera al cinema come se fosse a casa propria la ammazzerei fin da piccola:-)

(Immagine da http://www.labiennale.org/it/ )

OLIVIERO TOSCANI SOSPIRA, MA DI ECONOMICO SOLLIEVO

27 agosto 2008

pontesospiri-pubblicitalancia.jpg

.

.

.

.

.

.

.

Mi arriva da VENEZIA INFO, il BLOG DI VENEZIA:

«Venezia vetrina per i finanziatori dei restauri: il caso del “Cielo dei Sospiri” di Oliviero Toscani

Da quest’anno al 2012 Venezia si offrirà ai finanziatori dei suoi restauri come «vetrina» per gli oltre venti milioni di turisti l’anno, suscitando non poche polemiche da parte dei cittadini e dei visitatori.
Palazzo Ducale è diventato da pochi giorni «garage» di lusso della nuova Lancia Delta. Per tre anni infatti l’angolo di palazzo Ducale che dà sul ponte della Paglia e la facciata sul rio del la Canonica saranno coperti da un cielo blu cobalto punteggiato da candide nuvole. “Il cielo dei sospiri” è l’ultima trovata di Oliviero Toscani, il creativo protagonista di molte campagne pubblicitarie di successo e anche delle ultime coperture del cantiere della torre de l’Orologio, che hanno fatto il giro del mondo. Il restauro è stato deciso con urgenza dopo il distacco di un blocco di pietra, avvenuto il 29 settembre scorso, le cui schegge ferirono un turista tedesco.
Oltre a Palazzo Ducale non si può non notare la Biblioteca Marciana e il suo Rolex, Ca’ Giustinian spot della Replay a tutta grandezza, le Gallerie dell’Accademia con il marchio del Casinò e la stessa Ca’ Vendramin Calergi con quella del Club degli Amici di Venezia.

Tania Danieli 

Voi che ne pensate? Se volete lasciateci un commento!»

Questo il mio commento:

«Mi piacerebbe sapere quanti altri soldi Oliviero Toscani è riuscito a farsi dare per questa nuova banalità/oscenità. Venezia non è Las Vegas. I marchi degli sponsor dovrebbero figurare in maniera sobria e i megapannelli rappresentare semplicemente ciò che è coperto. Smettiamola di metterci a 90 gradi davanti alle pretese sempre più impudiche di questi finti amanti dell’arte.»

  1. Commento di Lucio Angelini — 26 Agosto 2008 @

P.S. PER L’ABBINAMENTO "CIELO VENEZIA" SI VEDA ANCHE LA RECENTE CAMPAGNA PUBBLICITARIA DELLA EX WORLDGEM:

http://www.luxgallery.it/articolo/cielo_venezia/574/

(anche se nello specifico l’azienda orafa è guidata da un tizio che fa appunto "Cielo" di cognome: Sergio Cielo🙂  )

UMANI E SUB-UMANI

26 agosto 2008

Questo è giulio mozzi, e cliccando qui puoi visitare il suo diario personale

(Autoscatto di Giulio Mozzi)

Di Alemanno (vedi ieri) in questi giorni hanno parlato molti blog, ma soprattutto per le dichiarazioni rilasciate in merito alla vicenda dei due turisti olandesi "incautamente" accampati alla periferia di Roma. Interessante, per esempio, il dibattito seguito al post di Giulio Mozzi qui:

http://www.vibrissebollettino.net/archives/2008/08/gli_uomini_dio.html

Ho aggiunto anch’io un commento in stile casalinga di Voghera, forse dettato dallo sconforto che mi prende ogni volta che leggo di esseri umani pronti ad aggredire a freddo, con ferocia, altri esseri umani pacifici e rispettosi dei diritti di tutti.

«Più che di romani vs rumeni o romeni, parlerei di umani vs sub-umani. Due turisti amanti della natura percorrono l’Europa in bicicletta con pochi soldi e, sopraffatti dalla stanchezza, si accampano per la notte senza dar fastidio a nessuno. Quindi: UMANI, umanissimi.
Due sub-umani approfittano del loro sonno innocente per prenderli a bastonate, violentare la donna e rapinarli; SUB-UMANI. Sub-umanissimi.
Circoscriviamo i sub-umani e teniamoli al fresco per un bel po’, in fede mia.»

Pubblicato da: Lucio Angelini – 26.08.08 07:16

Lo so, lo so che così faccio la figura di quelli che semplificano l’umanità radicalizzandola in due sole categorie: BUONI e CATTIVI (a tutto tondo, senza sfumature), ma – come forse qualcuno sa, – ho l’attenuante di venire dal mondo delle fiabe…

[Immagine da http://manicurecorner.files.wordpress.com/2007/11/guardo_molto_lontano.jpg ]

SYMPATHY FOR THE DEVIL ALEMANNO

25 agosto 2008
immagine
.
.
Odio Berlusconi e tutta la sua corte, ma se mi è consentita un’eccezione, la faccio di pura pancia per Alemanno… non già per le sue idee politiche, beninteso, ma per quelle alpinistiche. Non sapevo che amasse così tanto la montagna. Di recente ha dichiarato di voler scalare il Cervino, come esercizio di preparazione all’obiettivo finale dei mitici 8.000. 
Come tenere a freno l’istintiva simpatia che mi sgorga dal profondo per chiunque ami la montagna? Ditemi voi…

FORZA ADA!

22 agosto 2008

Ada_Tondolo_004_-_Passo_Palughet_2007.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Brutta estate per l’85enne Ada Tondolo, sestogradista storica e vanto di tutte le associazioni alpinistiche veneziane (la sua prima volta qui:

http://lucioangelini.splinder.com/post/15407891/IL+PRIMO+SESTO+GRADO+NON+SI+SC  )

Sta affrontando in queste ore una delle sue arrampicate più difficili. Forza Ada, ce la farai anche questa volta!

[Foto di Daniele Querini]

I LUOGHI DI “DORA SQUARCIALENZUOLA”

19 agosto 2008

IMG_2462.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

"Quando il barbiere Saturno fu rinvenuto riverso nell’erba del giardinetto di piazzale Leopardi, a FANO, con la gola recisa da un colpo di rasoio, la morte era sopraggiunta da parecchie ore…"

IMG_2466.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

"… Il quarto giorno, finalmente, dalla porta d’accesso alla torre di Sant’Elena, che i bambini controllavano a vista, sgusciò un misterioso giovanotto dagli occhi pesti. Aveva in mano una borsa da barbiere tutt’altro che alla moda…"

portatorre.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

"E se poi quel cretino arrivava davvero, li congedava senza pietà, lasciandoli a torturarsi sul bordo della fontana della Fortuna, in piazza XX Settembre, pieni di brividi sotto le mantellette dell’American Stracci…"

fonfortuna.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

"Salve, ragazzi. Dora Squarcialenzuola è tutta per voi, oggi. E ha un’idea carina. Andremo al mare tutti e quattro, volete? Al Lido

Lido.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

o alla Sassonia, non fa differenza. Il mare ci purificherà…"

sassonia

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

"Baby Perina stessa, un tempo così saggia, sembra definitivamente uscita dalla grazia di Dio. L’ho raccolta sotto un ippocastano, ai Passeggi ( si era smarrita durante un temporale), senza parrucca e in preda a delirio…"

passeggi.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

"Piccoli stolti! Come potevano pensare che Dora li amasse davvero?", sussurrò Filippo prima a Luigi, che sedeva alla sua destra, in prima fila, poi a Riccardo, alla sua sinistra, entrambi un po’ sorpresi per il fragore dell’applauso che si era levato da ogni angolo del teatro della Fortuna alla calata del sipario…"

teatrofortuna.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Il racconto "DORA SQUARCIALENZUOLA", di Lucio Angelini, è inserito nella raccolta "NERO MARCHE", Ennepilibri Edizioni, 2008.

copneromarche.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Le foto utilizzate in questo post sono state scattate a FANO nei giorni scorsi da Lucio Angelini, che sferragostava là dalla sua mamma:- )

QUALCUNO MI DICA CHE NON È VERO…

13 agosto 2008

Stravaccato al sole su un lettino della spiaggia del Des Bains, al Lido di Venezia, leggo su un quotidiano locale:

«Non diceva "amen" dopo i pasti. Madre lasciò morire il figlio.

Aveva lasciato morire di fame e di sete il figlio di 21 mesi, Javon, perché non diceva "amen" dopo i pasti. La madre, la 22enne Ria Ramkisson apparteneva a un gruppo religioso chiamato One Mind Ministries: ringraziare Dio dopo aver pranzato era una delle loro fondamentali regole. È stata arrestata con l’accusa di omicidio di primo grado…»

Corro a buttarmi in acqua agghiacciato, malgrado la temperatura rovente.

"Vi prego, qualcuno mi dica che è solo una panzana giornalistica!", vorrei gridare ai goffi trichechi che mi guazzano attorno… :- (((

Povero Javon, povera Ria, poveri tutti.

[Immagine da http://www.bookings.net/images/hotel/max300/228/228751.jpg ]

UNA STRETTA DI MANO OLIMPICA

12 agosto 2008
video
CLICCA SULL’IMMAGINE QUI SOPRA
.
Ricevo e diffondo:
«I giochi Olimpici di Pechino dovrebbero essere un momento di unione tra i cittadini del mondo. Ma il governo cinese ancora non ha aperto un dialogo significativo con il Tibet, o fatto progressi con la Birmania e Darfur, e tutti i messaggi degli attivisti a livello globale sono troppo spesso persi in tempeste di fuoco di accuse nell`essere anti-cinesi. Abbiamo deciso di fare un passo indietro e prendere questa occasione per lanciare un potente, non ambiguo messaggio di pace, amicizia e dialogo: la stretta di mano Olimpica. Clicca sul video e vedi come la stretta di mano comincia dal Dalai Lama, passando attraverso le strade di Londra. Adesso è on line accessibile a tutti noi così possiamo unirci. Aiuta la stretta di mano a viaggiare verso Pechino, dove il nostro messaggio sarà consegnato in una grande campagna mediatica prima delle cerimonie di chiusura delle Olimpiadi. Firma sotto e unisciti alla stretta di mano, e vedi come tu e tanti altri andrete intorno al globo!»

http://www.avaaz.org/it/handshake/?cl=114688791&v=1999 

"Con questa stretta di mano, vogliamo raggiungere come cittadini del mondo lo spirito di amicizia e di eccellenza dei giochi Olimpici, impegnandoci a far mantenere ai nostri governi uno standard più alto di pace, giustizia e rispetto della dignità umana ovunque esso sia inferiore – che sia in Tibet, Iraq, Birmania e così via. Il dialogo è il miglior modo per andare avanti,
per la Cina, e per il mondo."

QUEST’ATOMO OPACO DEL MALE

10 agosto 2008

San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l’aria tranquilla
arde e cade, perché sì gran pianto
nel concavo cielo sfavilla…

… E tu, Cielo, dall’alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d’un pianto di stelle lo inondi
quest’atomo opaco del Male!

(Giovanni Pascoli)

Immagini da http://www.cowart.info/blog/uploaded_images/Meteor_shower_19thCentury_engraving-793931.jpg

e http://www.indicius.it/images/mappacaucaso.jpg