QUALCUNO MI DICA CHE NON È VERO…

Stravaccato al sole su un lettino della spiaggia del Des Bains, al Lido di Venezia, leggo su un quotidiano locale:

«Non diceva "amen" dopo i pasti. Madre lasciò morire il figlio.

Aveva lasciato morire di fame e di sete il figlio di 21 mesi, Javon, perché non diceva "amen" dopo i pasti. La madre, la 22enne Ria Ramkisson apparteneva a un gruppo religioso chiamato One Mind Ministries: ringraziare Dio dopo aver pranzato era una delle loro fondamentali regole. È stata arrestata con l’accusa di omicidio di primo grado…»

Corro a buttarmi in acqua agghiacciato, malgrado la temperatura rovente.

"Vi prego, qualcuno mi dica che è solo una panzana giornalistica!", vorrei gridare ai goffi trichechi che mi guazzano attorno… :- (((

Povero Javon, povera Ria, poveri tutti.

[Immagine da http://www.bookings.net/images/hotel/max300/228/228751.jpg ]

Annunci

4 Risposte to “QUALCUNO MI DICA CHE NON È VERO…”

  1. utente anonimo Says:

    E i goffi trichechi che ti sguazzano attorno ti grideranno che il bambino era sordomuto.

  2. Lioa Says:

    Umorismo macabro. Purtroppo ste sette proliferano facendo leva proprio sulla despossenza degli adepti…

  3. ramona1 Says:

    Lucio, è di oggi la notizia che una donna cinese ha gettato dalla finestra un neonato di tre giorni di vita a lei affidato, per pura gelosia: era convinta che la mamma del bambino, sua amica, se la facesse col suo fidanzato. Tutti cinesi. Non so cosa sia più atroce: una mamma che appena partorisce torna a lavorare, una donna che impazzisce, un bimbo che ha vissuto soli tre giorni. Non lo so:

  4. Lioa Says:

    Ciao Ramona. Pregare significa, in sostanza, chiedere benevolenza, favori e protezione al Boss dei Boss. Illudendosi di piacergli di più, gli esseri umani a volte si spingono a esagerazioni quali quella di lasciar morire un bimbo di pochi mesi che non riesce a dire ‘Amen’. Ecco, in tali casi i miei consimili mi sembrano più scimmie lascive e dementi che creature fatte a somiglianza di Dio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...