DAR SOSTANZA AI SOGNI

(Nicoletta Vallorani)

«Sono nata nelle Marche, ai confini con l’Abruzzo, e me ne sono andata presto, come molti. Sebbene non sia mai stata capace di dimenticare il mare (che è il posto dove torno, sempre: il luogo del respiro libero), non ho mai creduto di avere radici, né nelle Marche né altrove. In parte, è per questo che mi infastidisce l’idea di una scrittura legata a un luogo specifico. Pare sempre una trovata commerciale, un modo per rinnovare cliché, per sedurre un lettore che si presume debole e sperso, e che dunque ha bisogno di riconoscere luoghi familiari nelle geografie immaginate da uno scrittore… [cut]… dunque questa è la prima cosa che ho da dire sul libro NeroMarche, facente parte della nuova collana editoriale di Ennepilibri npl-le regioni del male: non amo, appunto, le storie a targa regionale e a specifico territoriale, eppure questa è una raccolta che a me pare straordinariamente riuscita… [cut]… ci sono storie tragiche e storie divertite, un racconto che ricorda i resoconti indimenticabili di Soriano sul calcio, una vicenda tra le braccia capaci di Dora Squarcialenzuola, notti d’inverno intrise di fumo, echi di bagni di sangue in cronaca, racconti di barca, una Recanati di sapore leopardiano, una Civitanova straordinaria raccontata con voce bambina, brodetti, favole nere nelle campagne marchigiane, ipocondrie contemporanee, riflessioni sulla scrittura, una verità sfuggente che prende corpo a Grottammare, una divagazione divertita su una metafora scacchistica. Insomma, una collezione di tutto rispetto, pulita e ben curata, e con l’attenzione anche stilistica che si deve alla letteratura: l’intelligenza dei particolari, che poi diventa rispetto per il lettore… [cut]… il lettore è la sola ragione per cui noi scrittori esistiamo, e ci tiene in pugno, dunque dovremmo averne a cuore le esigenze. Anche da questo punto di vista a me pare che questa raccolta abbia almeno un requisito raro: è un libro onesto, che consegna a chi legge quel che il titolo promette. Nella loro singolarità, le vicende si radunano come parti di un quadro che alla fine convince, spaventa, intimorisce, diverte, rivela e scatena la fantasia. Insomma fa quel che un buon libro deve fare: dar sostanza ai sogni

(Da "DAR SOSTANZA AI SOGNI", di Nicoletta Vallorani, Prefazione alla raccolta "NERO MARCHE", Ennepilibri 2008.)

(Il libro verrà a presentato a FANO la sera del 10 ottobre alle ore 21 alla Libreria del Teatro)

copneromarche.

.

.

.

.

.

.

(Immagine di N. Vallorani da www.fantascienza.com/…/ARTICOLI/vallorani.jpg )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...