MASSIMO CACCIARI SU FACEBOOK INSIEME AL SIGNOR FATTI CAZZITUOI

Anche MASSIMO CACCIARI, l’indaffaratissimo sindaco-filosofo di Venezia, contagiato dalla facebook-mania? Pareva di sì:

http://it-it.facebook.com/pages/Massimo-Cacciari/18870038556  .

Poi, il 12 dicembre scorso, il "Gazzettino di Venezia" ha smascherato la bufala:

«Il sindaco finisce su Facebook, ma la pagina è un falso.

Una foto che più glam non si può, di quelle che fanno impazzire gli ormoni della parte – non indifferente – di pubblico femminile che pende dalle sue labbra. Eppoi una valanga di messaggi politici e del tipo "Ciao Massimo, come faccio a mettermi in contatto con te? :-)" oppure, senza perifrasi, "Cacciari lei è l’uomo dei miei sogni". Peccato solo che quella pagina su Facebook sia un falso del quale il sindaco non sa nulla. Perché lui, in tempi in cui i suoi colleghi si costruiscono blog e controblog, tiene a precisare di "non avere nemmeno un sito web".

Data e luogo di nascita, incarico e partito di appartenenza: è bastato solo questo (oltre alla foto rubata a Vanity Fair) ad un anonimo fan del sindaco, per iscrivere Massimo Cacciari nel sito di Facebook , quello che viene definito come un "social network" in cui si intrecciano amicizie e relazioni, nato nel 2004 negli Stati Uniti per mettere in rete gli studenti universitari, e poi esteso a tutti fino ad esplodere come fenomeno di massa.

Così lo spazio web del sindaco-filosofo ha raccolto in pochi mesi decine di visite e commenti, ma soprattutto è stata "linkata" dai politici locali del centrosinistra (come il presidente della Provincia Davide Zoggia, che ha un sito, un blog e si è iscritto volontariamente a Facebook ) segnalando quella di Cacciari tra le pagine "degli amici".

Facile, allora, cadere nel tranello. Il 9 dicembre Raffaele scrive a Cacciari di aver visto la puntata di "Porta a Porta" sulla cristianità: «Mi chiedo perchè Cacciari non si converte! Io penso che lei non sia totalmente indifferente altrimenti tale profondità da dove deriva?». Michele annuncia di aver creato il gruppo "Cacciari for president del Pd" e, dal fronte femminile e dopo diversi messaggi, Maria Antonietta sbotta: «Massimo… ma non rispondi mai!».

Non risponde, sindaco? «Macché, non ne so nulla – replica Massimo Cacciari -. Questa cosa su Facebook è un falso assoluto. Non c’entra niente con me, non ho mai fatto alcun tipo di iscrizione e non ho nessun sito in Internet». E ora come facciamo a dirlo ai 687 "sostenitori" di Facebook che si sono già gemellati con la pagina di Cacciari ?» (Fulvio Fenzo)

In effetti, chiunque può iscrivere su Facebook chiunque, anche se spacciarsi per qualcun altro non è poi questa gran genialata. C’è chi – molto più sobriamente – si è inserito in FB come signor "FATTI CAZZITUOI", per esempio, mentre non manca chi invoca un maggior controllo…

Annunci

Una Risposta to “MASSIMO CACCIARI SU FACEBOOK INSIEME AL SIGNOR FATTI CAZZITUOI”

  1. utente anonimo Says:

    ANCHE IO TROVO AFFASCINANTE IL SINDACO FILOSOFO E VORREI FREQUENTARLO, MA NON HO FORTUNA! COSA POSSO FARE? CLAUDIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...