ONESTÀ, SAREBBE TUTTO COSÌ SEMPLICE

[Lucio Angelini accanto alla sua nuova Rolls Royce:- ) ]

"Oltre il 50% delle procedure civili, nelle aule di giustizia, riguarda il condominio, come confermano già da tempo le statistiche del Ministero della Giustizia. Per Giuseppe Bica, presidente dell’Anammi, «arrivare alla citazione non conviene, non soltanto per motivi finanziari e di tempo, ma soprattutto perché il comportamento illecito, nel frattempo, si perpetua. Meglio trovare una soluzione amichevole e cercare di essere tolleranti». Essenziale, in questo senso, è il ruolo dell’amministratore di condominio che, spiega il leader dell’Associazione, «deve saper mediare tra gli interessi, evitando lo scontro duro, quello che porta alla denuncia. La via della mediazione resta quella da preferire», conclude il presidente Bica. (Corriere della Sera, 14 maggio 2008)
.
(Da http://blog.solignani.it/2008/07/24/le-piu-frequenti-liti-in-condominio/ )
 
 
Ecco il mio particolare contributo al contenzioso condominiale. Lo rendo pubblico a vantaggio di quanti avessero in programma l’acquisto di un appartamento…
 
«Tre anni fa acquistai a caro prezzo (circa 8.000 euro al metro quadro) un miniappartamento al Lido di Venezia, in un condominio che era stato appena restaurato. Feci scrivere chiaro e tondo dal notaio nel rogito d’acquisto che le spese di restauro e ogni altra spesa deliberata prima del mio subentro come proprietario erano da intendersi a carico della parte venditrice. La clausola fu controfirmata sia da me, sia dal mio venditore.
Ero convinto di essermi tutelato a sufficienza contro eventuali sorprese negative.
Invece, a circa due anni di distanza dal mio insediamento, mi arrivò una raccomandata dell’amministratore del condominio con la richiesta di saldare un debito di circa 10.000 euro lasciato dal proprietario precedente e relativo ai restauri dell’edificio.
 “Spiacente”, obiettai. “Non è mia abitudine accollarmi i debiti contratti da altri.”
Ed esibii fiducioso il rogito con la clausola chiarificatrice.
 
Quale non fu la mia sorpresa nell’apprendere che il Codice Civile rende – invece – responsabili in solido sia il vecchio proprietario, sia il nuovo, in caso di debiti condominiali lasciati in sospeso dal primo?
E fu così che dovetti sobbarcarmi la detestabile spesa e parallelamente adire le vie legali nei confronti del mio venditore per cercare di recuperare quanto da me anticipato in sua vece.
 
Proprio due giorni fa – dopo mesi di tribolazioni e udienze plurime – il giudice ha finalmente emesso una sentenza di condanna nei suoi confronti, con l’ingiunzione di restituirmi la somma e accollarsi le spese legali.
 
Sarebbe bello se la storia si chiudesse così, ma il mio segreto timore è che la mia controparte ignori la sentenza e mi costringa a un’ulteriore e dispendiosa azione di recupero forzato del credito…
 
Come dire che il mistero su quando potrò finalmente rivedere i miei soldi resta fitto.
 
Se fossi Arisa, scriverei per il prossimo Sanremo la canzone “Onestà, sarebbe tutto così semplice… ” .
(Ovviamente la Rolls nell’immagine non è mia. Difficile che un ONESTO insegnante arrivi a possederne una.)
Annunci

4 Risposte to “ONESTÀ, SAREBBE TUTTO COSÌ SEMPLICE”

  1. utente anonimo Says:

    Il rogito è un atto pubblico con il quale le parti si impegnano a eseguirne gli articoli, in deroga a qualunque disposizione del Codice. L’articolo di Legge andava forse citato in atto. In ogni caso non vedo come la controparte abbia potuto illudersi di non pagare.
    Un tale non dormiva la notte perchè moroso con il padrone di casa. “Guarda che chi deve preoccuparsi è lui che aspetta i soldi, mica tu”, gli disse la moglie, stufa di non poter dormire.

    C.C.

  2. Lioa Says:

    Vuoi dire che avrei dovuto aprire due fronti legali, uno verso il condominio (rifiutandomi di pagare) e uno verso il mio venditore, raddoppiando le spese legali? L’avvocato stesso mi ha consigliato di tacitare il condominio saldando il debito dell’ex proprietario e agire solo verso quest’ultimo, peraltro sordo a ogni proposta di composizione amichevole della vicenda e contumace alle udienze (non si è mai costituito). A questo punto – se continuerà a rendersi uccel di bosco – non mi resterà che affrontare il lungo iter di recupero forzato della somma, anticipando altre spese legali e rassegnandomi a tempi lunghissimi… Insomma i disagi sono tutti per il truffato, mentre il truffatore ha ogni interesse a temporeggiare, mi è parso di capire. Che succederà se riuscirà a spacciarsi per nullatenente?

  3. utente anonimo Says:

    beh, se non ha niente intestato, o tutto intestato alla moglie, non c’è nulla da fare. Se come credo ci marcia – grazie alle pieghe di una legge che non garantisce il creditore – è probabile che aspetterà l’ufficiale di pignoramento per ravvedersi e pagare. L’azione di pignoramento comunque va fatta subito. Forse potevi esibire al condominio la certificazione dell’azione legale in corso, testimoniando così la tua buona fede, non compromettendo i rapporti con i nuovi condomini e guadagnando tempo. Forse.

    Da me una condomina, di fatto separata dal marito militare in Bosnia, con il quale è proprietaria al 50 % dell’appartamento più un box, erano 4 anni che non pagava, pur mostrando un tenore di vita decente. L’azione del condominio è consistita nel chiedere il pignoramento del box auto. Con questi soldi sono stati ripianati i debiti, circa 5000 euro, ma dopo un anno ha ripreso a non pagare. Ce l’hanno nel sangue sti bastardi.

    C.C.

  4. Lioa Says:

    @CC. “se… non c’è nulla da fare”. Consolante: così avrei perso capra (la somma da me anticipata) e cavoli (le spese legali). Ahi ahi. Comunque grazie per i tuoi competenti interventi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...