IL SIGNORE DEGLI ANELLI CHIAMA I VIGILI DEL FUOCO

John Ronald Reuel Tolkien fa dire a Gandalf :

«Questo è l’ Anello Sovrano, quello che serve a dominarli tutti. È quell’Unico Anello che egli [Sauron] perse molto tempo fa, affievolendo di parecchio la propria potenza. Lo desidera più di qualsiasi altra cosa al mondo, ma non deve mai più riaverlo.»

E wikipedia: «L’intera saga ha esercitato nel tempo un influsso culturale e mediatico a diversi livelli, ottenendo attenzione sia da parte di critici, autori e studiosi (sono stati infatti prodotti molti saggi e ricerche, anche a livello accademico, sui testi tolkieniani) che da parte di semplici appassionati che hanno dato vita a gruppi e associazioni culturali, come le varie società tolkieniane, sparse in tutto il mondo.»

Deve essersene lasciato suggestionare anche il protagonista di una vicenda di cronaca riportata l’altro ieri dal Gazzettino di Venezia

"RISCHIA DI PERDERE L’USO DEL PENE PER UN GIOCO EROTICO FINITO MALE".

«Giocare va bene, soprattutto fra partner, ma non quando per migliorare la prestazione si rischia addirittura di perdere l’attributo. Forse questo non l’ha considerato un giovane di 35 anni che, durante una notte trascorsa a base di sesso e giochi erotici vicino a Bracciano (Rm), ha avuto un brutto incontro-scontro con un ninnolo d’acciaio, un anello, che si è incastrato intorno al suo organo genitale. Il 35enne ora rischia di perderne per sempre la funzionalità. L’uomo si è presentato l’altra notte al "Padre Pio" di Bracciano sconvolto e in preda ai dolori con il pene incastrato nell’anello d’acciaio. I medici hanno constatato la formazione di un grosso edema responsabile del rigonfiamento che impediva la fuoriuscita dell’anello. A quel punto non è rimasto che chiamare i vigili del fuoco i quali, sotto la supervisione dei sanitari, hanno tentato, senza successo a causa del rischio di tagliare parti anatomiche, di spezzare il fermo d’acciaio. Fallito il primo tentativo, i vigili hanno a loro volta chiamato i colleghi perché portassero al pronto soccorso degli attrezzi più consoni al delicato intervento. Neppure così sono però riusciti a rompere l’anello. Allora i medici del pronto soccorso hanno imbarcato sull’ambulanza il 35enne e lo hanno trasferito in ospedale per un delicato intervento chirurgico.» 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...