L’ELEGANZA DELL’AGUZZINO

Ha suscitato un certo scalpore, di recente, la notizia della multa affibbiata qui a Venezia a un giostraio che esponeva pesci rossi in piccole bocce sferiche.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/inbreve/2010/01/22/visualizza_new.html_1676598412.html

(«Basta pesci rossi dentro le anguste bocce di vetro, anche nei luna park. A Venezia, per la prima volta, il giostraio di una piccola attrazione in Riva Sette Martiri – quella appunto del tiro a segno con palline nelle bocce dei pesci – è stato multato per 50 euro dai vigili urbani che hanno applicato – scrive ‘La Nuova Venezia’ – il nuovo regolamento comunale di igiene veterinaria. Cantano vittoria gli animalisti: "anche queste piccole cose – dice Cristina Romieri, dell’Associazione Vegetariana Italiana e Animali in città – possono contribuire ad un maggior rispetto di ogni essere vivente".»)

Leggo qui:

http://goldfish.altervista.org/misero_pesce_rosso.pdf

«La comunissima boccia di vetro, benché sia ritenuto il recipiente classico per l’allevamento dei pesci rossi, è sicuramente il meno adatto. Si tratta infatti di contenitori di dimensioni troppo limitate; la poca acqua che contengono si inquina con grande rapidità e obbliga a continui, faticosi e, sotto certi aspetti dannosi, cambi totali dell’acqua. La forma particolare offre una ridotta superficie di contatto fra acqua e aria, con problemi di ossigenazione ed infine, i pesci che ci vivono soffrono in continuazione di capogiri, a causa del vetro bombato. La soluzione migliore dal punto di vista della praticità e della spesa è, sicuramente, una piccola vasca rettangolare con un, anche modesto, impianto di filtraggio.»

Il richiamo letterario più immediato, ovviamente, è quello al romanzo "L’eleganza del riccio", e in particolare al pensiero profondo n° 1:

"SOGNI LE STELLE, NELLA BOCCIA DEI PESCI ROSSI FINISCI".

Il film "Il riccio", liberamente ispirato al romanzo "L’eleganza del riccio", amplifica la metafora del pesce in boccia ma aggiunge una contraddizione non presente nel libro. Nel film, infatti, la ragazzina Paloma a un certo punto diluisce un sonnifero nella boccia del pesce rosso di sua sorella Colombe e quando il pesce va a pinne all’aria lo getta nel water. Poco verosimilmente il pesce riaffiora molti piani più sotto nel water della portinaia Renée che, malgrado sia dotata dell’eleganza del riccio [“Madame Michel (Renée) ha l’eleganza del riccio: fuori è protetta da aculei, una vera e propria fortezza, ma ho il sospetto che dentro sia semplice e raffinata come i ricci, animaletti fintamente indolenti, risolutamente solitari e terribilmente eleganti.”], non si perita di infilare il pesce in una prigione ancora peggiore: un vaso da fiori tubolare, strettissimo e alto, con quasi nessuna libertà di movimento per il povero prigioniero. Insomma l’eleganza dell’aguzzino, più che quella del riccio. Data la sua sensibilità, avrebbe dovuto quantomeno alloggiarlo in una vasca quadrangolare:-)

Concludo con un passo tratto da Repubblica.it :

«Da un romanzo non bellissimo e magari sopravvalutato, è sortito un film non brutto ma sicuramente sottovalutato. Anzitutto dall’autrice de "L’eleganza del riccio", Muriel Barbery, che ha scomunicato l’opera, stroncata senza pietà, e ha intimato alla produzione di sostituire la dicitura «tratto da» con la più generica «liberamente ispirato». Come se per gli spettatori facesse questa gran differenza. Una spiegazione un po’ maliziosa di tanta furia è che la Barbery si sia pentita d’aver venduto i diritti cinematografici troppo presto, quando il romanzo non aveva ancora venduto milioni di copie, accettando la regia e la sceneggiatura dell’esordiente Mona Achache. Una dose di calcolo è del resto il difetto principale della scrittrice, peraltro compensata dall’intelligenza e da un notevole sense of humour. Queste due qualità in effetti si perdono non poco sullo schermo. Ma Il Riccio ha altre qualità. La capacità di dipingere con pochi tratti, rispetto alle tirate filosofiche del testo, il penoso senso della vita dell’ipocrita alta borghesia francese. (Curzio Maltese in Republica.it) »

(Da http://trovacinema.repubblica.it/film/critica/dettaglio/il-riccio/378056/386243 )

(Immagine da http://www.acquariando.info/wp-content/uploads/image/pesce-rosso-boccia-acquario.jpg )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...