MARCO CANDIDA E LE PICCOLE DIVINITÀ FUORI MISURA

https://i0.wp.com/giotto.ibs.it/cop/cop.aspx

Per farmi perdonare da Marco Candida, che si è incazzato come una iena per il mio pezzo del 13 dicembre scorso, ripropongo un post già apparso in Cazzeggi Letterari il 28 maggio 2007.

«Giuseppe Iannozzi, autore dell'utilissimo "Amanti nel buio di una stanza", Editrice Nuovi Autori, 1994, ha definito "inutile" – nel suo blog – l'esordio letterario di Marco Candida:- )

Ecco un estratto dal libro di Candida:

"Comunque è attraverso contatti e invii di testi on line che ho conosciuto i miei unici interlocutori possibili – così chiamo le persone che scrivono e hanno prodotto testi interessanti e che parlano il macrolinguaggio della scrittura. Li ho anche invitati qui, dove vivo, a Tortona, per conferenze o corsi di narrazione, e, senza volere, ma trovandomici poco per volta, ho cominciato a osservarli, e li ho sempre osservati, tutti quanti, devo dire, come piccole divinità. Quando si dice che una persona che scrive crea un mondo si usa la stessa espressione che si usa anche per il divino. Soltanto il divino può //creare un mondo// e se si dice che una persona che scrive crea un mondo, allora, almeno quando crea il mondo, si sta dicendo anche che è una piccola divinità.

Ma: come sono queste piccole divinità? Sono arruffate, malconce, particolarissime.

https://i0.wp.com/www.centostorie.it/public/wordpress/wp-content/uploads/2010/09/100927_giuliomozzi.jpg

(La piccola divinità Giulio Mozzi)

Tutte le piccole divinità che ho osservato, comunque sia, mi sono sembrate fuori misura; o troppo basse o troppo alte o troppo simpatiche o troppo antipatiche: sempre, però, con qualcosa di troppo. Dico queste cose perché non sto parlando di uomini, ma di divinità, anche se piccole, e una divinità si tende a rappresentarla bella e della giusta misura (direi: della bellezza e della misura esemplari): un incanto. Quando leggiamo il libro di un autore, la sua voce ci incanta, e quando vediamo la fotografia dell’uomo che ha la voce che ci ha incantati per il tempo della lettura del libro, rimaniamo quasi sempre delusi: pensiamo – parlo al plurale perché penso questa un’esperienza comune – che il suo viso non si addica alla sua voce (come quando parliamo al telefono con una persona senza averla incontrata prima e, quando la incontriamo, la persona ci dice: “Dalla voce ti immaginavo più bello”). Quando alle presentazioni dei libri o durante un’intervista vediamo l’autore, di solito rimaniamo delusi dal suo comportamento schivo e straniante. Noi lo osserviamo, come una piccola divinità, che ha scavato la forma di un mondo, e ci immaginiamo che abbia il viso sfolgorante e gli occhi penetranti – ci diciamo, in un secondo momento, che no, che non può essere così, che quello è solo un uomo, e noi lo sappiamo, lo abbiamo sempre saputo, e che non siamo degli ingenui, ci aspettavamo un uomo e questo abbiamo trovato: un uomo; ma, in un primo momento, in un angolo irrazionale, il pensiero di incontrare una piccola divinità, e con tutte le sembianze della piccola divinità, quel pensiero, in fondo, noi lo facciamo… "

(Marco Candida, La mania per l'alfabeto, Sironi editore 2007, pp. 213-14)

Annunci

5 Risposte to “MARCO CANDIDA E LE PICCOLE DIVINITÀ FUORI MISURA”

  1. utente anonimo Says:

    Per farti perdonare?

  2. XmarcocandidaX Says:

    grazie lucio

  3. XmarcocandidaX Says:

    ma un link al mio blog non lo metti mai?

  4. kinglear Says:

    Bravo, citami, ricorda sempre che io sono il Re.

  5. Lioa Says:

    Ti rispondo con l'evangelico: "Tu l'hai detto." 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...