COMUNICATO DEL COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE DEL LIDO DI VENEZIA

 

GIOVEDÌ 30 DICEMBRE 2010 SARÀ RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI È STATA SVENDUTA UN’INTERA AREA DELL’ ISOLA DI LIDO SU CUI VERRANNO RIVERSATE MIGLIAIA DI TONNELLATE DI CEMENTO CHE  CANCELLERANNO IL SITO NATURALISTICO DI S.NICOLETTO, IL FORTE AUSTRIACO OTTOCENTESCO DI MALAMOCCO E L’ AREA VERDE DELLA “FAVORITA”-

I PROGETTI CHE SONO STATI APPROVATI IL 30 DICEMBRE CONSENTIRANNO INOLTRE DI RENDERE  INACCESSIBILI I  50 MILA METRI QUADRATI DI SPIAGGIA LIBERA PROSPICIENTE L’EX OSPEDALE AL MARE  E LA SPIAGGIA LIBERA DI SAN NICOLETTO.

CONSENTIRANNO ANCHE DI COSTRUIRE UN PORTO TURISTICO IN MARE  ADDOSSATO ALLA DIGA DI S.NICOLETTO PER 1500 IMBARCAZIONI E UN’AREA PARI A CENTO CAMPI DA CALCIO PER OSPITARE STRUTTURE E SERVIZI.

LA PROSSIMA COLATA DI CEMENTO RIGUARDERÀ IL "PARCO DELLE ROSE“ CHE VERRÀ ”RIQUALIFICATO” CON 23 MILA METRI CUBI DI EDIFICI ALTI 25 METRI E ABBATTENDO GLI ALBERI ESISTENTI BOLLATI INSINDACABILMENTE COME MALATI E PERICOLANTI.

IL COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE SI  BATTE DA DUE ANNI CONTRO QUESTI PROGETTI CHE ARRICCHISCONO SOLO I  PRIVATI CHE LI REALIZZANO E IMPOVERISCONO I CITTADINI A CUI VIENE SOTTRATTA LA DISPONIBILITÀ DI AREE CHE RAPPRESENTANO LA LORO MEMORIA STORICA E OFFENDONO I DIRITTI DELLE GENERAZIONI FUTURE.

CI SIAMO IMPEGNATI IN BATTAGLIE CIVILI E SIAMO RIUSCITI A PORTARE IN PIAZZA OLTRE UN MIGLIAIO DI LIDENSI A PROTESTARE CONTRO LA DEVASTAZIONE DELL’AMBIENTE, L’ABBATTIMENTO DEGLI ALBERI E DEL MONOBLOCCO

CI SIAMO DISTESI PER TERRA PER DARE VISIBILITÀ ALLE NOSTRE PROTESTE FORTI DELL’APPOGGIO DI 8 MILA CITTADINI CHE CONDIVIDONO LE NOSTRE RAGIONI.

NESSUNO CI POTRÀ MAI RIMPROVERARE DI NON AVER CERCATO DI IMPEDIRE LA SVENDITA DEL LIDO PER CIFRE DA SALDI A SEGUITO DI ASTE FRETTOLOSE  MESSE IN PIEDI SOTTO L’URGENZA DI CHIUDERE BUCHI DI BILANCIO COMUNALE .

SE QUALCUNO PENSA CHE LA PARTITA SIA CHIUSA SI SBAGLIA DI GROSSO: L’ARTICOLO 9 DELLA COSTITUZIONE DELLA NOSTRA REPUBBLICA TUTELA IL PAESAGGIO INTESO COME PATRIMONIO  STORICO ED ARTISTICO DI TUTTI I CITTADINI E NOI CONTINUEREMO AD OPPORCI  CON TUTTI I MEZZI ALLA SUA DEVASTAZIONE.  
 
COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE DEL LIDO DIVENEZIA

Annunci

5 Risposte to “COMUNICATO DEL COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE DEL LIDO DI VENEZIA”

  1. utente anonimo Says:

    NON E' VERO CHE GLI EDIFICI SONO ALTI 25 METRI. COME AL SOLITO SI SCRIVO DELLE FALSITA' PER INGANNARE I CITTADINI. SMETTETELA! GLI EDIFICI SONO ALTI 13 METRI!

  2. utente anonimo Says:

    GLI ALBERI DEL PARCO DELLE ROSE O MEGLIO PARCO DELLA DISCARICA SONO MALATI E PERICOLANTI! SIETE STATI INVITATI A FARE UN SOPRALLUOGO, PERCHE' NON AVETE CONTATTO LA PROPRIETA' PER FARVI ACCEDERE DENTRO?

  3. Lioa Says:

    Garantisci tu? E perché non ti firmi, così possiamo verificare.

  4. utente anonimo Says:

    Cosa c'è da garantire, si tratta di dati oggettivi facilmente verificabili. Prima di parlare bisogna documentarsi!

  5. Lioa Says:

    La devastazione del Lido è sotto gli occhi di tutti. Ci sono state fin troppe manifestazioni di lidensi mai ascoltate da nessuno. Chiunque arrivi ai nuovi imbarcaderi, gabbioni aeroportuali e assurdi, che impediscono la vista della laguna, ha subito un primo biglietto da visita. Le notizie sull'approvazione dei progetti di darsena e compagnia bella sono apparse su tutta la stampa locale. Hai ben poco da attaccarti a qualche inesattezza. Il monoblocco verrà abbattutto e il suo restauro era costato da solo 8 milioni di euro, se non erro. L'uso che si fa del danaro pubblico è scandaloso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...