GIUSEPPE GENNA: IL GRANDE PADRE ROSSO

  

Impazza in rete il giochino "CHI BANNA CHI". Personalmente ho alle spalle una lunga lista di bannazioni. Per esempio fui bannato da tutto il gruppo dei carmillanti (Wu Ming 1, Giuseppe Genna, Valerio Evangelisti, Loredana Lipperini, Girolamo Di Michele eccetera) – dopo anni di tranquilla amicizia telematica e pubblicazioni nel magazine Carmillaonline – per le mie irriverenze verso l'ormai dimenticato, oltre che mai esistito, movimento  "New Italian Epic".

http://lucioangelini.splinder.com/post/17037784/neoepiche-reazioni-al-post-di-ieri

Poi fui bannato dal blog "La poesia e lo spirito" per decisione di Franz Krauspenhaar

http://lucioangelini.splinder.com/post/16524299/un-trombone-si-aggira-per-la-rete

eccetera.

Adesso Giuseppe Genna 

(Giuseppe Genna)

ha bannato Franz Krauspenhaar
 

(Franz Krauspenhaar)

dandogli del fascista, lui che si crede il Grande Padre Rosso. Raul Montanari gli ha dato ragione. Allora Franz Crespicapelli ha reagito dando del "testarasata e  maestro elementare di scrittura" a Montanari

(Raul Montanari)

e dedicando a Genna il post:

http://lapoesiaelospirito.wordpress.com/2011/05/02/giuseppe-genna-uninstallazione-fascista/

Montanari si è fatto vivo nei commenti con la seguente precisazione:

«… dico molto semplicemente qual è il mio rapporto col postatore. Siamo stati amici alcuni anni fa e, a leggere il romanzo autobiografico di Franz “Era mio padre”, io sono l’unico suo collega che abbia mai fatto qualcosa per aiutarlo. Parole sue. Vedi: includere il suo bel libro “Le cose come stanno” nella bibliografia della mia scuola di scrittura, dedicargli anzi un’intera lezione; presentare il suo libro successivo, “Cattivo sangue”; scrivergli riguardo allo stesso “Era mio padre” una mail affettuosa che Franz ha riportato come esempio di recensione positiva; introdurlo, dato che questo era il suo desiderio, al programma pomeridiano di Rai2 in cui si discutono fatti di cronaca. Quando Franz ha avuto il suo attacco di cuore, la nostra amicizia era già molto scesa di tono per due ordini di motivi. Il primo è che la vita ci separa, questo succede a tutti e con tutti, e nel mio caso è successo con molte persone perché purtroppo ho un sacco di lavoro da fare, diversamente da certa gente che a cinquant’anni si fa ancora mantenere dalla madre. Il secondo è legato alla confidenza che ho ricevuto un paio di anni fa da una persona affetta fra l’altro da fragilità psichiche, confidenza che per questo motivo terrò per me, ma che è stata sufficiente ad allontanarmi definitivamente da Krauspenhaar. Forse per questo, quando c’è stato l’episodio dell’attacco di cuore non mi sono catapultato a fare non si sa bene cosa, ma ho semplicemente scritto in bacheca a Franz, come molti, chiedendogli notizie della sua salute. Il risultato è stato che quando Franz è tornato a casa mi ha scritto su Facebook una serie di mail insultanti e minacciose, che conservo, vagheggiando di rompermi la faccia e cose del genere, perché non ero stato all’altezza delle sue aspettative: che tutto il mondo si fermasse, come in un famoso fumetto di Pazienza, per stare a guardare cosa succedeva a Franz Krauspenhaar. Io non mi sognerei mai di pretendere una cosa simile nemmeno da amici ben più intimi, ma ognuno ha i suoi criteri. Tutti i ripetuti attacchi pubblici di Krauspenhaar che sono seguiti a quell’episodio hanno come unico motivo quello che ho appena esposto. Giudicate voi, ammesso che abbiate voglia di farlo. Dargli del “povero diavolo” e non dire di peggio mi sembra un atto di estrema moderazione da parte mia. Non interverrò più su questo argomento.»

Per fortuna, adesso che Il Male è stato sepolto in fondo al mare,

il Bene non tarderà a trionfare e tutti gli scrittori del mondo si daranno la mano e – come cantava Sergio Endrigo – inizieranno un amichevolissimo girotondo

intorno al mondo,
intorno al mondo.

(Foto prese dalla rete)

Annunci

Tag: , , , , , , ,

9 Risposte to “GIUSEPPE GENNA: IL GRANDE PADRE ROSSO”

  1. ferrucci Says:

    Mitico Lucio!

  2. utente anonimo Says:

    una grande ricostruzione, impeccabile. ciao lucio.

    franz.

  3. almerighi Says:

    Non era più semplice che si fossero mandati a cagare senza troppe implicazioni, quando alla fine il senso della storia è soltanto quello, evitando tutto questo inutile spargimento di byte?

  4. Lioa Says:

    *-*

  5. utente anonimo Says:

    C'è posto per me?
    Sono stato bannato dalla Lipperini.
    Mi fa sentire un grande!

  6. utente anonimo Says:

    Felice Muolo

  7. Lioa Says:

    Consolati pensando che Seia Montanelli ti adora:-)

  8. ferrucci Says:

    http://ferrucci.wordpress.com/2009/11/23/braccia-rubate-allagricoltura/

  9. utente anonimo Says:

    Infatti, Lucio, non mi ha bannato.
    Felice Muolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...