UN SEDICENTE “COMMILITONE DI CRISTO” SUL PALCOSCENICO DEL MONDO

Ci sono molti modi per impiegare le energie della giovinezza. Al biondino norvegese Breivik è venuto in mente di utilizzarle riconvertendo l'Eurabia (= Europa, secondo lui, quasi già in mano all'Islam) nell'Europa di un tempo. Come? Fondando i Commilitones Christi Templique Salomonici, una società di crociati anti-islamica.

Dubito fortemente che l'africano Cristo 

avrebbe apprezzato la compagnia di simili "commilitones", visto che predicava l'amore su scala mondiale, anziché solo europea, ma tant'è. In un documento di 1.500 pagine pubblicato in INTERNET, redatto in inglese e intitolato "A European Declaration of Independence – 2083", Breivik invoca "l'uso del terrorismo come mezzo per risvegliare le masse", nega di amare la violenza, ma ammette di ritenerla necessaria e di aspettarsi di essere ricordato come "il più grande mostro dopo la Seconda Guerra Mondiale". In questa "aspettativa", probabilmente, la vera molla della sua azione eclatante: la conquista del palcoscenico del mondo.

Amy Winehouse

Anche Amy Winehouse ce l'aveva messa tutta a salire sul palcoscenico del mondo, non già sterminando coetanei, a dire il vero, bensì cercando di conquistarlo con la sua arte. Purtroppo non deve averne tratto eccessive soddisfazioni, visto che ha deciso di allontanarsene alla svelta abusando di alcool e droghe.

Ha scritto Emanuele Pettener in Facebook:

"L'eccitazione che corre in rete fornisce un dato lampante: la morte di 91 Norvegesi non vale quella di una cantante."

Gli ha risposto Davide Laserra:

"Un/una cantante, specie se geniale, è una persona che ti dona qualcosa, ti regala emozioni, addolcisce momenti della tua vita, e te ne fa godere nel momento e nel ricordo. Per questo motivo, anche se non lo/la conosci personalmente fa comunque parte della tua vita e sapere che non potrà più darti tutto ciò che ami di lui/lei ti disorienta e ti va vivere l'abbandono! Amy viveva nella sregolatezza e per questo molti la vedevano con distacco, ma era comunque un'artista che ha 'abbandonato' milioni di fans… Ad Oslo un pazzo ha fatto una strage… Che dire al riguardo se non R.I.P. [Requiescant In Pace, N.d.R.]. per le persone morte?"

E un altro:

"Scusate l'intrusione. Mi mancano competenze, conoscenze e tempo per unirmi ai vostri amplessi culturali. Una sola cosa, (off topic): Amy Winehouse era affetta da psicosi maniaco depressiva. Se qualcuno di voi l'avesse sperimentata sarebbe forse meno incline ai commenti, alle facezie o alle chiose 'che sfiorano la perfezione'."

Annunci

Tag: , ,

4 Risposte to “UN SEDICENTE “COMMILITONE DI CRISTO” SUL PALCOSCENICO DEL MONDO”

  1. utente anonimo Says:

    Mi pare che il biondino sia un fondamentalista cristiano, per sua stessa ammissione, anti-islamico, neonazista, appartenente all'estrema destra. Non mi sembra che la Bibbia sia piena di esempi di esemplare bontà: se si rimane confinati ai 4 vangeli canonici, accettati dal Vaticano, siamo di fronte a 4 versioni diverse della stessa storia, con grandissime differenze fra di loro, contraddizioni e omissioni. Di Cristo sappiamo poco o niente: troppe contraddizioni nei vangeli per delineare la figura di Gesù, se non utilizzando l'immaginazione ed entrando così in un ambito prettamente letterario. A oggi le migliori biografie – chiamiamole così – sono Il vangelo secondo Gesù di Saramago e L'ultima tentazione di Cristo di Nikos Kazantzakis, quest'ultimo mai più ristampato in Italia dal 1989. Chissà perché! 

    Dunque, il biondino neofascista fontamentalista cristiano ha compiuto una strage: il tutto era programmato dal lontano 2009. Non mi pare che i Crociati fossero tanto teneri con gli islamici: o sono forse io che ricordo male? Né mi sembra che la Chiesa ieri come oggi sia particolarmente tollerante nei confronti dell'islamismo, ma anche del buddhismo – ricordiamoci sempre che Ratzinger, il tedescone, ha rifiutato di incontrare il Dalai Lama -, etc. etc. Questa Chiesa d'amore io proprio non la vedo. Vedo però preti pedofili che vengono condannati a parole, e morta lì. Vedo un Papa che si scaglia contro i gay e le coppie di fatto. Vedo un Papa che ha riportato la Chiesa indietro di secoli e secoli. E' comprensibile poi, a livello sociale, che vengano fuori delle teste calde anti-islamiche e anti-questo e anti-quello. Questo per dire, il Cattolicesimo ha la sua bella fetta di colpa. E stranamente a questo pazzoide neonazista che ha falciato 90 persone, forse di più, e non si sa bene feriti, be', la pena che gli verrà comminata non sarà superiore ai 21 anni. Non ti fa un po' tanto strano? A me sì. In fondo lui ha agito per il bene della cristianità, per cui la pena, che pena e pena, 21 anni, che poi gli verranno ridotti per buona condotta. 

    La Amy non l'ho mai ascoltata bene. Mi spiace che una giovane di talento – perlomeno così dicono, che fosse una grande del soul bianco -, si sia autodistrutta. Speravo che dopo Kurt Cobain simili tragedie potessero far parte del passato. Speravo ma non ci credevo. Adesso mi preoccupa Whitney Houston, anch'essa con problemi di droga fino al collo. 

    Ciao

    iannozzi giuseppe

  2. utente anonimo Says:

    "non sia particolarmente tollerante", mio errore, ho involontariamente omesso il "NON" che è fondamentale.

    iannozzi giuseppe

  3. Lioa Says:

    Giuseppe, non intendevo ri-aprire il discorso sui trascorsi della Chiesa, spesso storicamente poco ligia ai propri stessi insegnamenti. Personalmente sono un eclettico, che coglie qua e là dalle varie religioni i valori più convincenti (pace, amore, rispetto per i propri simili… ) e respinge i riti, che posso studiare dal punto di vista antropologico ma non praticare. Il mio post è un po' sulla voglia sempre più diffusa di lasciare un segno forte di sé, nel bene o nel male,  suscitando una forte risonanza. Ovviamente tifo per i miglioratori del mondo, anziché per i distruttori. Ma non è sempre facile distinguere i buoni dai cattivi, visto che anche i peggiori distruttori si ammantano di nobili intenzioni (rigenerare la società e via discorrendo, senza che nessuno gliel'abbia chiesto, peraltro) e non mancano mai di millantare che Dio, o Allah, o chiamalo come vuoi tu, è con loro.  
    Mi auguro solo che Anders Breivik, tristo epigono di Hitler e soprattutto commilitone della propria esaltazione ideologica, non faccia scuola… sai com'è, la tentazione di inserirsi a qualunque costo nella società dello spettacolo è sempre in agguato… per tanti frustratissimi signori Nessuno.

  4. PaolettaG Says:

    non c'e' pace nel mondo e mai ci sarà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...