CUOCERE AL FORNO I PROPRI SIMILI

Mi ha abbastanza sconvolto la seguente notizia letta sul Gazzettino del 15 novembre scorso:

“BANDA DI RAGAZZI INCHIODA PORTE E FINESTRE DELLA CASA DI DUE FRATELLI PRIMA DI APPICCARE LE FIAMME. IL BRANCO VOLEVA DAR FUOCO AGLI INVALIDI. INDAGATO IL CAPO DI 25 ANNI.”

E sul Gazzettino di ieri: 

“Un gruppo di giovani aveva tentato di dare fuoco all’abitazione in cui vivono due fratelli, un uomo e una donna, uno dei quali con problemi di salute mentale. E quel che è peggio, avevano fissato servendosi di un trapano e delle viti porte e finestre con il rischio di far fare la fine dei topi ai due malcapitati. È quest’aspetto che ha spinto il sostituto procuratore Rita Ugolini a inserire nel fascicolo d’inchiesta anche l’imputazione di tentato omicidio, in quanto con quell’operazione sarebbe stata negata ogni possibilità di fuga alle vittime.  Il giovane indagato e ritenuto il probabile leader del gruppo di giovani bulli che ha appiccato l’incendio non è stato neppure sottoposto a fermo di polizia giudiziaria…”

Altro che bullismo, per me questo è nazismo puro. Brutta bestia la tentazione di cuocere al forno i propri simili…

(Foto dalla Rete)

Annunci

Una Risposta to “CUOCERE AL FORNO I PROPRI SIMILI”

  1. BOCL N. 30 (CATTIVO FIN DALL’INIZIO?) « BEST OF CAZZEGGI LETTERARI Says:

    […] CUOCERE AL FORNO I PROPRI SIMILI […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...