MICHELE BOATO AL 20° GIORNO DI DIGIUNO

http://youtu.be/sO5UWHeVNdo
 

Non so chi di voi segua l’altro mio blog

www.salviamovenezia.wordpress.com

dove il 4 gennaio scorso pubblicai il post: “Quel ragazzaccio di Michele Boato”:

http://salviamovenezia.wordpress.com/2012/01/04/quel-ragazzaccio-di-michele-boato/

“Sta digiunando perché ha fame di verità sul PAT (Piano di Assetto del Territorio) . E la verità sul PAT è appunto quella dell’avallo di una mostruosa operazione speculativa ai danni dell’area agricola alle spalle dell’aeroporto di Tessera… per non parlare di sublagunare e altre tragiche amenità previste dal PAT:-(”

Purtroppo oggi, 21 gennaio, Michele Boato è giunto al ventesimo giorno di digiuno.  “Una scelta nonviolenta e assolutamente civile; una scelta pericolosa per il proprio fisico, ma che sta a dimostrare quanta sia la voglia di dire basta alla devastazione sistematica di ogni prezioso spazio ancora miracolosamente lasciato libero“, recita il bollettino dell’associazione “Amico Albero”. Ecco il filmato del 18° giorno di digiuno:

http://www.youtube.com/watch?v=ho-4CnLG5U8

AGGIORNAMENTO DAL GAZZETTINO 

Domenica 22 Gennaio 2012,
Ha perso 10 chili in 21 giorni di digiuno bevendo solo acqua. Tre settimane di protesta per risvegliare un senso civico non solo negli ambientalisti ma anche in chi sapeva che l’attuale Piano d’Assetto Territoriale vicino al voto d’approvazione del consiglio comunale non andava bene così com’era. Per molti motivi. Michele Boato oggi tornerà a mangiare, un poco alla volta come gli ha detto il medico. Sa di aver vinto solo una battaglia di principio e che la guerra è ancora lunga.
«Ringrazio tutte le 39 persone che per un giorno o due si sono aggiunte alla mia protesta digiunando in segno di solidarietà – dice Boato che ha deciso di fermarsi un giorno prima perchè lamenta dei giramenti di testa e una crescita del battito cardiaco ai limiti della sicurezza – Questa mia iniziativa è servita a smuovere un po’ le coscienze ma anche a far discutere e riflettere. I primi risultati si sono visti in consiglio comunale con le decine di emendamenti presentati da ogni parte politica. Il 2 gennaio, quando ho iniziato la protesta e questo «digiuno per la verità» intorno al Pat c’era il silenzio, oggi è l’argomento politico del giorno».
Ha mai pensato di mollare o è stato sul punto di farlo? «No, fisicamente ho retto bene, perdendo in media mezzo chilo al giorno. Ringrazio il mio medico che mi ha seguito quotidianamente. Il mio non voleva essere un atto eroico ma un segno di lotta a favore della collettività». Boato rivela di aver capito che la sua protesta ha avuto un senso parlando del confronto avuto in un talk show tv con il capogruppo del Pd Claudio Borghello. «L’ammissione che bastano 27 ettari per la fare lo stadio e la cittadella e sconfessare le volontà di Save è stato come rivelare alla città che anche qui comandano le lobby. Ora confido molto nelle scelte del sindaco Orsoni: so che su certe scelte ci ripenserà e terrà conto degli emendamenti presentati». Tra questi anche uno che riguarda la Sau e la legge 11 regionale sui criteri di determinazione delle aree agricole trasformabili in edificabili presentato da Davide Scano con il Movimento 5 Stelle.
Raffaele Rosa

Annunci

Tag: ,

3 Risposte to “MICHELE BOATO AL 20° GIORNO DI DIGIUNO”

  1. paolo f Says:

    Questo è eroismo, secondo me. Mentre non lo è, ad esempio, quello propagandato dai media per coloro che soccorrono o salvano vite facendo il loro dovere: loro stessi ammettono che si tratta semplicemente del loro dovere.

  2. Lucio Angelini Says:

    Mio figlio mi dice sempre: ” Lo so, lo so che i disobba ti sono simpatici” (disobba = dissobedienti). E devo dire che in qualche modo “disobba” mi sento anch’io:-)

  3. paolo f Says:

    Sì, m’hai sempre dato l’impressione di essere un disobba autentico. Mentre detesto i finti disobba, quelli che s’atteggiano come tali ma che poi si rivelano rotelle — ben oliate — del sistema.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...