GIAN PAOLO SERINO: DA GRAN SCOPATORE A GRAN SCOOPATORE

Immagine del profilo

Sul fronte del gossip letterario, resta alta la suspense intorno al caso Lipperini-Serino. LaPeperini, cugina non ufficiale di laLipperini, ha emesso un nuovo post: “Lori e Lara: la doppia vita di mia cugina Loredana Lipperini“:

http://lapeperini.wordpress.com/2012/03/17/lori-e-lara-la-doppia-vita-di-mia-cugina-loredana-lipperini/

in cui  ventila che ci sarebbe di nuovo la proteiforme blogstar (arrivata al successo con “Non è un paese per trolls”) anche dietro la figura di Sigismondo Barillacqua della Verdesca, l’ autore di “Un romanzo d’altri tempi” reperibile in Amazon.com:

http://www.amazon.com/romanzo-daltri-tempi-Italian-Edition/dp/1469943239/ref=sr_1_fkmr0_1?ie=UTF8&qid=1332054794&sr=8-1-fkmr0

Nel frattempo il critico Gian Paolo Serino ha dichiarato con gran satisfiction in facebook:

“Perché Loredana Lipperini ad oggi non ha preso le distanze da ciò che ho scritto? Perchè Loredana Lipperini ha pensato bene, sulla sua bacheca, di cancellare tutti i commenti dei suoi lettori su questo argomento? La risposta è qui. Il resto lunedì mattina… ”

Ho commentato:

“Da gran scopatore a gran scoopatore :-)”

Annunci

Tag: , ,

63 Risposte to “GIAN PAOLO SERINO: DA GRAN SCOPATORE A GRAN SCOOPATORE”

  1. paolo f Says:

    Non immaginavo che un giorno avrei rimpianto di essere uscito da (quel bordello di) Facebook nel 2008, tre mesi dop esserci entrato!

  2. diait Says:

    chi è serino? (non ho tepo di googlare e con la sola mano sinistra causa gesso)

    lipperini conduce una trasmis quotidiana, scrive i suoi libri, interviene sul suo e altri blog, modera conferenze, ha due figli e famiglia…. A meno che non sia un cyborg, dove troverebbe tempo e energie per esseere anche lara manni (che non so chi sia)?

    non è che serino cerca pubblicità? dalla foto sembra uno in cerca di un mercato che non ha. con quel sigaro e l’aria da tenebroso.. va là va là.

    la serie di catastrofi che si sono abbattute su di me mi impedisce di essere più partecipativa, ma saluto tutti col mio yawp.
    Con lipperini ci siamo scannate, e sono una follower di sua cugina, ma non credo che sia una minaccia per la rete o per la società…. diait

  3. diait Says:

    anch’io sono entrata su fb pochi mesi fa e sto per uscirne. che roba da matti….
    volevo seguire i miei nipoti (e impossessarmi di loro foto), ma a volte è meglio non sapere niente di nessuno….

  4. Luan Says:

    Gian Paolo Serino è “critico letterario, ha ideato e fondato Satisfiction. Collabora con la Repubblica, Il Giornale, Il Venerdì, D-la Repubblica, Rolling Stone e GQ. Nel 2006 ha pubblicato USA&Getta (Aliberti), ha curato l’edizione italiana de Il Compromesso di Elia Kazan (Mattioli 1885) e Così tante vite. Il Novecento di Giancarlo Vigorelli, con prefazione di Claudio Magris (Mattioli 1885). Ha curato l’edizione italiana di Dylan Thomas. La biografia di Paul Ferris (uscirà a maggio per Mattioli 1885). [Da http://www.satisfiction.org/rivista.php ]
    [

  5. Luan Says:

    Pardon, il link aggiornato è questo:

    http://www.satisfiction.me/

  6. paolo f Says:

    Su questo tema ho una mia teoria.
    Secondo me, se (e ripeto: se) Loredana Lipperini è veramente l’artefice delle opere della sedicente “Lara Manni” (di cui nessuno ha mai riscontrato l’esistenza), non può averlo fatto da sola, ma con l’aiuto / partnership di qualche autore specializzato in identità fittizie e in “bufale mediatiche”.
    In altre parole: l’operazione Lara Manni sarebbe — secondo me — stata prodotta “in team”: da qui si comprenderebbe il “sodalizio di ferro” esistente fra l’interessata e il waso ming (che ormai si sta rivelando di coccio). Questo sodalizio di ferro, come si è avuto modo di vedere, è reale ed è molto, molto, molto forte, ed è stato al centro di furiose campagne, litigi ecc. Da qui spesso ci si interrogava cosa legasse tanto Loredana Lipperini ai mandarini di Bologna, al punto da farsene l’alfiere a tutti i costi, al punto da apparire eccessiva in molte occasioni.

    Ebbene, la risposta potrebbe essere proprio questa: gli interessati potrebbero essere partner letterari e di conseguenza soci in affari. E sottolineo: potrebbero essere tali. Quindi non venga loro in mente di ripetere vecchie pagliacciate del tipo “minacce di querela” con cui si divertivano a spaventavare i teenagers coi quali litigavano (anche violentemente) nei blog e nei forum. Allora avevano buon gioco, perché i ragazzi sono malleabili e manipolabili, ed essendo inesperti si lasciavano impressionare facilmente. E’ facile, infatti, esser forti con i deboli. Diverso è quando hai davanti persone scafate. Quindi, ripeto: è meglio (nel proprio interesse) che ci si astenga da messe in scena pietose.

  7. Luan Says:

    Sono anni che ipotizzo che Lipperini sia un membro occulto dei Wuming, di cui è in ogni caso puntuale cassa di risonanza, insieme a Evangelisti (Carmilla + Giap + Lipperatura = Blog Consorziati)*-°

  8. paolo f Says:

    L’esistenza dei Blog Consorziati è un fatto ben documentabile e ben documentato. Chi lo contestava — anche qualche persona esterna al giro stretto ma “contigua” — lo faceva con disonestà intellettuale e per interessi di “bottega”, reali o “potenziali”: la solita maniera di fare gruppo, il solito vizio delle Corporazioni (risalente al Medioevo).

  9. Luan Says:

    Be’, la libertà d’associazione è un diritto fondamentale (a parte quella a delinquere). Non è questo il punto…

  10. diait Says:

    i blog consorziati sono un conto – vedi alla voce Italia, corporazioni e “società segrete”, medioevo, dna, eccetera – ma le teorie del complotto – di qualsiasi tipo – le trovo sempre ridicole.

    parto dal presupposto che siamo tutti poveri cristi che devono sbarcare il lunario. e barcamenarsi per sopravvivere. Tutto è lecito basta che non mi sia imposto di aderire.

  11. diait Says:

    nn va dimenticato che parliamo sempre di personaggi minori e “locali”, provinciali nel senso più stretto del termine.. Bene che si consorzino, e trovino un loro pubblico e un loro spazio. Spazio in rete e fuori ce n’è tanto, e “there’s plenty of room at the bottom”- ce n’è semmpre di più nel piccolo e piccolissimo.

  12. diait Says:

    conncludendo:
    ma de che stamo a parlà????

  13. Luan Says:

    Pep, piccola enciclopedia popolare: non tutto, ma di tutto. Ricordate?:-)

  14. eliaspallanzani Says:

    E’ un mistero. Si potrebbe chiedere qualche notizia ad Arduino, che ha scritto diversi post con Lara Manni: http://giovanniarduino.wordpress.com/tag/lara-manni/

  15. Luan Says:

    E’ un finto mistero.

  16. paolo f Says:

    L’esistenza delle consorterie e delle corporazioni non ha nulla a che fare con le “teorie del complotto”, delle quali di solito mi disinteresso. La loro esistenza fa parte della nostra cultura del “fare”, che si coniuga con quella, più che legittima, dell’associarsi. E’ così dal Medioevo, ed è normale.

    Io contesto quelli che — con disonestà intellettuale — negano l’esistenza delle consorterie e del loro operare con atteggiamenti di chiusura “a quadrato” per difendere i loro (supposti) interessi. La disonestà intellettuale spesso porta con sé la menzogna, e la mengogna spesso produce ingiustizie e mistificazioni. Questo io lo rifiuto.
    Le teorie del complotto sono altra cosa: in certi casi potrebbero essere alimentate proprio da certe consorterie, per loro oscuri fini.

  17. diait Says:

    hai ragione, paolo, in questo senso sottoscrivo. assolutamente.
    l’ipocrisia e la menzogna, sì – le rifiuto.

  18. Luan Says:

    Ma chi si crea un alias (o una second life letteraria) non può che difenderlo fin dove possibile… altrimenti che alias è?

  19. Iannozzi Giuseppe Says:

    Ma non ci credo alle accuse su Severino. E’ un vecchio sporco gioco, di certe bambine che sono fatali e che non hanno proprio bisogno d’esser difese giacché mettono nei casini solo gli uomini.

    Lippa = Lara? Oddio, credo di sì. Un’altra porcata made in. E punto.

    In ogni caso quando ho motivo di credere che dietro un autore ci sia un ghostwriter o uno/a che usa un nome de plume, rimetto al mittente, cioè rimane in libreria. Non guardo le bandelle, ma le biografie sì: e quando non c’è foto, non ci sono dati, ecc. ecc., mi dico: è una presa per i fondelli.

  20. Maria Pia Says:

    Non guardo le bandelle, ma le biografie sì

    E che caspita di biografia è questa?
    Scritta malissimo, peraltro.

    “Lara Manni è nata e vive a Roma, trafficando tra librerie e biblioteche. Dal 2006 scrive fan fiction su Efp con lo pseudonimo di Rosencrantz. Nel 2009 ha pubblicato il romanzo Esbat con Feltrinelli. Non ha un gatto, ma ha un blog.”

    E sarebbe stato meglio avesse avuto un gatto e non un blog… 😉

  21. Luan Says:

    A me della biografia di un autore interessa abbastanza poco, l’importante è che trovi l’opera degna della mia (schizzinosa) attenzione. solo a posteriori può venirmi voglia di saperne di più sull’autore 🙂

  22. Iannozzi Giuseppe Says:

    Maria Pia, ed infatti ho guardato le bandelle e solo quelle di Lara: e sono scoppiato in una risata colossale, anche perché, indizio non poco importante, la Lara scrive su Carmilla che è di Valerio e che è però monopolizzata dai 4, anzi dai 5, perche’ di fatto il 5 wu è in gonnella. 😉

    I gatti sono belli e furbi anche. Un blog che peraltro è talmente anonimo, privo di qualsivoglia identità, che potrebbe esser gestito da chiunque.

  23. Luan Says:

    Naturalmente ESBAT fu subito recensito su Carmilla dal fidato guerrigliero del Nie Girolamo De Michele:

    http://www.carmillaonline.com/archives/2009/09/003193.html#003193

    ma nel frattempo è sparita l’allegata foto di Lara Manni:-)

  24. paolo f Says:

    Sto raccogliendo materiale interessante per l’analisi, Lucio: il quadro indiziario si fa sempre più pesante. Mi sa che questi affonderanno, con le loro bravate.

  25. Anon Says:

    Ho controllato, nel frattempo non è sparito niente, il 2 ottobre 2009 la pagina era già così: http://web.archive.org/web/20091002223053/http://www.carmillaonline.com/archives/2009/09/003193.html

    Ho una pessima opinione della Lipperini ma qui ci si sta arrampicando sugli specchi.

    Prove non se ne sono viste, c’è solo la parola di una persona che ricatta per soldi (dovuti o meno) un’altra con foto intime.

    E no, il silenzio dell’altra parte non prova un fico secco.

  26. paolo f Says:

    Faccio notare due cose.

    Il fatto che una persona sia accusata (a torto o a ragione) di aver commesso un reato, o di aver compiuto un’azione inqualificabile, non esclude che questa persona possa aver scoperto qualcosa di vero e decida di renderlo pubblico. E’ comodo scartare a priori le affermazioni di qualcuno in questo modo: potrebbe anche essere un espediente per cancellare un problema senza che lo si possa accertare. Sono tanti i casi in cui si approfitta di questa tecnica per farla franca.

    Prove non se ne sono viste: infatti, fin qui si è parlato di indizi. Che sono qualcosa di diverso, ma che sono molti e pesanti. E il silenzio dell’altra parte, non provando nulla, indica molto.

  27. eliaspallanzani Says:

    L’evidente consonanza tra Manni e wMing potrebbe anche dipendere soltanto dal fatto che hanno lo stesso agente.

  28. paolo f Says:

    Certo, nessuno ha mai escluso che possa trattarsi di semplici sinergie. Anzi, è quello che si è sempre pensato.

    L’ipotesi di un “lavoro in team”, che di per sé sarebbe più che legittimo, sorge dalla cosiderazione fatta sopra da una commentatrice:
    “lipperini conduce una trasmis quotidiana, scrive i suoi libri, interviene sul suo e altri blog, modera conferenze, ha due figli e famiglia… A meno che non sia un cyborg, dove troverebbe tempo e energie per essere anche lara manni”?

  29. paolo f Says:

    p.s.: (eliaspallanzani, il tuo link è sbagliato, forse dovresti emendarlo)

  30. eliaspallanzani Says:

    Ack! Abbiamo corretto.

  31. more Says:

    Ciao a tutti. Se non ho capito male, l’unica prova portata da Serino, al momento, è questa, giusto?
    http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Pagine_da_cancellare/Lara_Manni
    Un po’ pochino, il che fa pensare, francamente, che abbia qualcos’altro in mano. Forse un insider dell’entourage Lipperini, che vuole rimanere anonimo, come si vocifera qui:
    http://theblogaroundthecorner.it/2012/03/gian-paolo-serino-lara-manni-loredana-lipperini-e-thomas-jay-la-sfiducia-corre-su-internet/
    In ogni caso, Serino ha promesso nuove prove per domani, staremo a vedere.
    Comunque, il dubbio che questa cosa sia vera nasce perché:
    1) Serino non teme una querela, anzi ha sfidato più volte la Lipperini a farla;
    2) la Lipperini non pare invece intenzionata a denunciarlo, anzi tace sulla questione, e cancella i post dalla sua bacheca;
    3) il blog della Manni, giovedì (il giorno in cui dovevano uscire le prove sui giornali, secondo Serino) ha taciuto, mentre d’abitudine pubblica un post al giorno;
    4) la bacheca della Manni su Facebook, prima pubblica, è ora diventata privata.

    Comunque, se una donna di 56 anni vuole interpretarne una di trenta non c’è niente di male. Di brutto c’è che la sua storia – quella della ragazza scrittrice di fanfic scoperta “per caso” da niente-popò-di-meno-che Feltrinelli – ha illuso stuole di fanwriters, che hanno sperato di poter fare lo stesso percorso.

  32. iannozzi Says:

    Iannozzi: vaffanculo, sei un povero idiota.
    Sparisci.

  33. Anon Says:

    [quote]Il fatto che una persona sia accusata (a torto o a ragione) di aver commesso un reato, o di aver compiuto un’azione inqualificabile, non esclude che questa persona possa aver scoperto qualcosa di vero e decida di renderlo pubblico. E’ comodo scartare a priori le affermazioni di qualcuno in questo modo: potrebbe anche essere un espediente per cancellare un problema senza che lo si possa accertare. Sono tanti i casi in cui si approfitta di questa tecnica per farla franca.[/quote]

    Certo, se la persona in questione presenta le prove, in mancanza di esse fa fede solo la credibilità e Serino ha dimostrato di essere disposto a tutto pur di ottenere ciò che vuole. In mancanza di fatti la parola di Serino vale come quella di chiunque altro, è m*rda secca.

    [quote]Prove non se ne sono viste: infatti, fin qui si è parlato di indizi. Che sono qualcosa di diverso, ma che sono molti e pesanti. E il silenzio dell’altra parte, non provando nulla, indica molto.[/quote]

    E i pesanti indizi sarebbero? Il fatto che siano una cricca di amichetti? Che lippa abbia censurato commenti come fa regolarmente?

    Lo faccio io un bellissimo scoop, tu paolo f sei un fake di Serino, perché io ho prove schiaccianti che mi riservo di mostrare e perché fate parte dello stesso giro di amicizie che tace la tua vera identità. E’ inutile che neghi stai evidentemente coprendo la verità, se tu fossi innocente staresti in silenzio perché non hai bisogno di dimostrare niente. Se stai zitto allora hai qualcosa da nascondere. Presenta pure blog, foto e certificazioni, tanto sono frutto di un insgamabile team che ha costruito la facciata eterodiretta da Serino nota come paolo f.

    Lara Manni, un progetto che ha scritto fanfiction sulla rete per tre anni prima di pubblicare (ammazza quanto gli saràa costato il team prima di ricevere i milionari incassi di Esbat), e si è rivolta a Gamberetta, nota “simpatizzante” della Lipperini. Il team e la complicità degli amici, editor, ecc. ha assolutamente senso, più persone sono coinvolte e meno possibilità c’è di essere scoperti. Certo.

    Ah, dimenticavo il silenzio zen che dimostra niente ma indica tutto. “Paolo-sensei pelché non pallate?” “Silenzio dice nulla e significa tutto.”

    Proof or GTFO!

  34. eliaspallanzani Says:

    Certo, le prove. Però oggettivamente e senza dare valore di prova al silenzio, viene da chiedersi come mai nessuna delle due abbia smentito, specie considerando la durezza delle accuse di Serino e la facilità con cui si minacciano querele. In questo caso invece niente e, dobbiamo dire, il silenzio sembra essersi diffuso anche ad altri blog dove normalmente si parla volentieri di Lipperini & co.

  35. fakespotter1 Says:

    A proposito di Serino, segnalo l’inizio di un’inchiesta su finti follower e profili Twitter “dopati”:
    GIAN PAOLO SERINO E I SUOI MISTERIOSI FOLLOWER CHE NON LEGGONO L’ITALIANO
    http://fakespotter1.wordpress.com/2012/03/18/gian-paolo-serino-e-i-suoi-misteriosi-follower-che-non-leggono-litaliano/
    Di lui e del suo profilo non mi frega particolarmente, mi disgusta invece il trucchetto che si sta diffondendo tra VIPs e pseudoVIPS. Serino è solo il primo della lista.

  36. eliaspallanzani Says:

    Ammazza che rapidità! Wuming l’aveva detto solo 17 ore fa: http://identi.ca/conversation/91695073#notice-91968508

  37. Fun Fiction Femminista | Fondazione Elia Spallanzani Says:

    […] ufficiali, i curiosoni (o trolloni) della rete, tra i quali a questo punto dobbiamo annoverarci, continuano a chiedersi se Lara Manni sia davvero la Lipperini, o viceversa. In effetti sembra inverosimile. E’ mai […]

  38. more Says:

    @fakespotter: sono questi attacchi personali (in vero stile Wu Ming) a far credere più di tutto che ‘sta storia possa essere vera. Perchè rimestare nel torbido della vita di ‘sto cristo, se per distruggerne la credibilità sarebbe bastata una smentita ufficiale da parte di Lipperini/Manni?
    Un accordo tra le parti, come dice lucio nel post di oggi, mi sembra improbabile: perchè ci sarebbero tutti questi attacchi contro Serino, allora?
    PS: sono sicuro che Serino sapeva a cosa andava incontro. Qualunque cosa si possa pensare di lui, ha due coglioni grossi così.

  39. fakespotter1 Says:

    Veramente ai Wu Ming l’ho segnalato io tre giorni fa, speravo dessero più risalto alla cosa ma hanno scritto solo un messaggino stringato su Identica, dove c’è poca gente, e mi hanno risposto che su Twitter non vogliono più scrivere. Altre persone mi hanno risposto in privato che la battaglia era giustissima, ma non volevano esporsi. Allora mi sono mosso da solo. Anche quando farò i post sugli altri VIP che si comprano i follower direte che mi manda qualcuno? Non si tratta di andare sul personale ma di denunciare un modo di stare su Twitter falsando le apparenze e inquinando il confronto. Se durante una discussione accesa uno che millanta 100.000 follower si schiera con uno dei due contendenti e attacca l’altro, sembra un endorsement importantissimo. Se però si scopre che, su 100.000 follower, 95.000 sono patacche, tutto torna alle dimensioni giuste. E’ ora di finirla con quello che proprio Serino chiamava il “marketting”. Di markettari ce ne sono diversi, a tempo perso sto raccogliendo prove e Twitter e tutti noi abbiamo solo da guadagnarci.

  40. fakespotter1 Says:

    @ more avrà forse due coglioni grossi così, non sono tra i “fortunati” ad averli visti, ma di sicuro ha un profilo Twitter piccolissimo, nonostante il basso tentativo di pomparlo 🙂

  41. eliaspallanzani Says:

    Ma infatti è una battaglia giusta, fakespotter. Creare o comprare dei personaggi fittizi per “autosostenersi” è vergognoso. Visti i fatti, al momento poteva sembrare una specie di vendettucola e quindi hai fatto bene a spiegare.

  42. diait Says:

    mi associo a more:
    “sono questi attacchi personali (in vero stile Wu Ming) a far credere più di tutto che ‘sta storia possa essere vera”…

    …e a fare pubblicità agli interessati.
    Sembra una trovata alla Enrico Lucherini, il mago dei colpi di teatro (e cinema e tv) promozionali. A questo punto, stando a certe ricostruzioni sarei autorizzata a pensare che anche lucio- in quanto amico di FB della moglie di fazi – sia coinvolto nel piano… Solo che non lo penso. E qualsiasi cosa ci sia sotto o sopra a questa storia, continua a sembrarmi poco importante/interessante. Se non come spunto comico naturalmente: da approfondire senz’altro per il suo potenziale!

  43. Ele Says:

    Le prove di cui si sta parlando qui sarebbero evidenti se tutti quelli che ne parlano confrontassero lo stile di scrittura della Lipperini e quello della Manni: è i d e n t i c o! errori ortografici e grammaticali compresi.
    E a me pare strano che le “accusate” non replichino alle “accuse” visto che per molto, molto meno “entrambe” hanno tirato fuori artigli affilatissimi contro l’interlocutore.

  44. diait Says:

    se fosse vero, mi dispiace molto per gli appassionati che hanno seguito laramanni fino ad oggi credendola “veramente lei”.

  45. fakespotter1 Says:

    @ diait guarda che qui l’unico “colpo di teatro e promozionale” è quello di Serino che si è comprato i follower 😀

  46. diait Says:

    sì, insomma il concetto è che è un’operazione di marketing
    vedi alla voce marketing di Bill Hicks:

  47. fakespotter1 Says:

    Diciamo che Serino = Scilipoti quando si autoorganizzò le manifestazione a sostegno, c’erano duecento persone e i giornalisti scoprirono che erano quasi tutti immigrati, e non sapevano nemmeno chi fosse Scilipoti e non sapevano l’italiano. Intervistatili si scoprì che avevano ricevuto venti euro per fare i figuranti.

  48. Anonimo Says:

    Secondo me, questo Anon è un imbecille.
    Anzi, no: è un emissario di wu ming, se non wu ming stesso, che si nasconde nella giungla per praticare le sue azioni di guerriglia.

  49. Paolo Says:

    Il lavoro “investigativo” di fakespotter è molto interessante, così come il pesantissimo accumulo di indizi sulla questione lipperini/manni.
    Fakespotter, te lo chiedo perchè l’argomento che affronti mi intriga, su che basi/ritmo di posting settimanale intendi procedere?
    Per quanto porterai avanti le tue indagini/blog? Qualche nome già pronto per i prossimi post?

  50. Anon Says:

    Le tue argomentazioni mi abbagliano. Come ho fatto a non vedere di essere un imbecille, emissario dei VuMinchia? Anzi, sono WuMinchiOne in persona! Grazie per avermi illuminato sul mio vero io ❤

    Sono stato direttamente coinvolto nella vicenda Manni-GL-Massacri Fantasy-Lipperini, beccandomi insulti e letame dalla Lippa e i seguaci della Manni "paladini" di verità e correttezza. Pur avendo un profondo disgusto per la Lipperini trovo, in mancanza di prove, la vicenda uno sgradevole lancio di letame gratuito.

    Presente il rasoio di Occam? A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire? Direi di no. Allora:
    -Non moltiplicare gli elementi più del necessario.
    -Non considerare la pluralità se non è necessario.
    -È inutile fare con più ciò che si può fare con meno.
    Proprio ciò che avete fatto, vero? Sodalizi di ferro, team ninja e inganni alla Ocean's Eleven di agenti letterari e case editrici.
    Spendere anni di tempo e soldi per mettere in piedi l'identità Manni per i magri incassi di una trilogia fantasy spiega perfettamente il legame Manni-Lipperini, mentre uno scambio recensioni positive-base utenti YA è troppo semplice, too mainstream.

    Non escludo del tutto le affermazioni Serino ma senza prove resta un ipotesi di fantasia e qualsiasi teoria costruita sul silenzio un castello in aria.

    Chissà quanto la Lipperini e (l'alter ego) Manni si stanno godendo l'attenzione ottenuta semplicemente stando in silenzio. L'aura di "mistero". Altroché comprare followers, ed è gratis!

    Probabilmente imbecille lo sono per davvero, solo un idiota cercherebbe di portare un po' di buon senso in una discussione simile.

    Buona masturbazione morale.

  51. eliaspallanzani Says:

    fakespotter è sparito!
    http://fakespotter1.wordpress.com/

    raga la cosa si fa pericolosa 🙂

  52. Anonimo Says:

    “…A pochi giorni dal discusso episodio che lo vede in attesa di giudizio, il critico Gian Paolo Serino lancia una frecciata alla giornalista Loredana Lipperini. La quale non si cura di smentire. Dal suo entourage trapela che il diktat è “tacere e ignorare”, ma una fonte – che non gradisce comparire con nome e cognome – conferma quanto scritto da Serino…”
    http://theblogaroundthecorner.it/2012/03/gian-paolo-serino-lara-manni-loredana-lipperini-e-thomas-jay-la-sfiducia-corre-su-internet/

  53. more Says:

    @anon. Credo che qui siamo d’accordo tutti che le affermazioni del Serino, da sole, non avrebbero convinto nessuno.
    Ma comincia a considerare:
    1) la reazione dei wu ming, che *da subito* hanno detto che la cosa importante non era stabilire se la Lipperini era la Manni, ma stabilire che non aveva mai fatto recensioni per la Manni;
    2) silenzio della lipperini;
    3) silenzio della manni, e quel che secondo me è ancora più indicativo, il suo defilarsi: anche oggi niente post sul Manniblog. La sua bacheca facebook è diventata privata. Potresti dirmi che lo fa per aumentare il mistero, ma io ti rispondo che utilizzare questo tipo di pubblicità (basata sul fango) è, per Lara “Miss Correttezza & Onestà” Manni, Out of Character almeno quanto essere la Lipperini.
    Insomma, magari ci stiamo masturbando, come dici, ma ammetterai che ci hanno dato della pornografia davvero buona per farlo.

  54. paolo f Says:

    Nel post linkato sora dall’Anonimo c’è un lungo commento firmato da un’anonima sedicente “L’eteronima di Arianna”, che dice:

    «Un istante, “palla al centro”.
    Cosa ci sarebbe di male se Loredana Lipperini avesse deciso di pubblicare romanzi sotto pseudonimo, o meglio, con quello che in letteratura si chiama “eteronimo”?
    E’ una cosa diffusissima e vecchia come la letteratura.
    […] ecc. ecc.
    In questo caso, abbiamo Loredana Lipperini – giornalista famosa, autrice di saggi best-seller sulle donne, blogger tra le più note in rete e spesso al centro di durissime polemiche – e abbiamo Lara Manni, una sconosciuta che esordisce nel 2009 con un romanzo fantasy e della quale, tre anni dopo, si continua a non sapere nulla ed è rimasta un’autrice confinata nella nicchia del fantasy.
    Ammesso e non concesso che Lipperini sia Manni, mi sembra chiaro che se Lipperini avesse deciso di pubblicare romanzi fantasy col suo vero nome, questi avrebbero avuto un battage ben maggiore di quello che hanno avuto a firma “Lara Manni”, nome di una sconosciuta!
    Lipperini ci avrebbe guadagnato, mentre con lo pseudonimo ci ha rimesso.
    Ma se avesse pubblicato col suo vero nome, quei romanzi sarebbero stati recensiti e lodati da chi vuole blandirsi il personaggio famoso, e stroncati a priori da chi lo/la detesta (Loredana Lipperini è spesso oggetto di attacchi molto feroci, spesso anche molto volgari e maschilisti).
    In questo modo, invece, sempre ammesso che…, […] ecc. ecc.
    Su Twitter e su Facebook da tre o quattro giorni leggo messaggi di persone che chiedono a Serino: puoi linkare queste autorecensioni? Dove stanno? Dove sono uscite?
    Eh già, perché in realtà queste autorecensioni non si trovano da nessuna parte.
    Di Loredana Lipperini si possono dire tante cose, ma non certo che sia stupida.
    E’ una donna intelligente.
    […] ecc. ecc.
    Sempre ammesso (e non concesso) che Lipperini sia Manni, prima o poi qualcuno le avrebbe chiesto: “ma come, tu che segnali sempre nuove uscite di fantasy e simili, e in più segnali libri scritti da donne, perché non ti stai filando di striscio quest’interessante esordiente, Lara Manni?”
    Insomma, sarebbe parso strano il silenzio TOTALE da parte di Lipperini, no?
    […] ecc. ecc.
    Lipperini aveva preso posizione contro Serino dopo la vicenda dell’arresto per estorsione con foto hard.
    Quella di Serino sarà mica una vendetta da quattro soldi?»

    Tralasciando la vis comica di questo lunghissimo commento esplicativo/programmatico, c’è da notare che la sua formula d’esordio: «Un istante, “palla al centro”» la ritroviamo (molto simile) proposta qui da Lara Manni:
    «A me interessa l’”e poi”. Ripartiamo da qui. Palla al centro»

  55. Luan Says:

    Restano le sagge parole di Raul Montanari su facebook (oggi): “Mio caro Lucio. Ti confesso che io mi appassiono poco a queste alchimie editoriali, specie quando hanno come esito vendite comunque modeste come quelle dell’autrice citata.”

  56. masticone Says:

    sei matto più di me (e ce ne vuole) ma sei troppo fico…

  57. eliaspallanzani Says:

    Uaz, ma sapete qual è il bello? Che quel commento così palesemente “genuino” viene segnalato proprio da wuming come “la cosa giusta da dire” riguardo alla faccenda: http://identi.ca/notice/91947305

    In pratica wuming dirige a distanza tutta l’operazione.

  58. BOCL N. 35 (BOOK E BLOOK 3.) « BEST OF CAZZEGGI LETTERARI Says:

    […] GIAN PAOLO SERINO: DA GRAN SCOPATORE A GRAN SCOOPATORE […]

  59. Www.thereillyside.Com Says:

    Hi there! I know this is somewhat off topic but I was wondering if you knew where I could locate a captcha plugin for my
    comment form? I’m using the same blog platform as yours and I’m having difficulty finding one?
    Thanks a lot!

  60. top fantasy books Says:

    Interesting blog! Is your theme custom made or did you download it from
    somewhere? A theme like yours with a few simple adjustements would really make my blog stand
    out. Please let me know where you got your design. Thanks
    a lot

  61. caveman Says:

    Hey! well i wouldnt have guessed that

  62. watch superman stamina free online Says:

    All of you hulk supporters forget a single thing,superman holds himself in check from respect for life.
    he refuses to consider a life.So say the hulk hurt or killed
    someone superman loves what would come about then,imagine
    if superman received truly angry,he has unlimited power he
    could draw from the sun,if he lost control he would destroy the hulk.
    Superman’s full power has by no means been shown or explored.imagine him within a rage like the hulk,he would mop the world with all the hulk.That would be a great plot to put into a comic or film,it would be a clash of the two most physically powerful beings within the superhero universe.

  63. Female Mind Mastery Kirsten Price Says:

    Thanks for the feedback. Singles inhabitants is only a single
    element we regarded in evaluating best metropolitan areas.
    As mentioned, employment possibilities carried far more weight,
    as did cost of residing.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...