OGNI GIORNO SORPRESE E RICOMPATTAMENTI

Qui:

http://bestofcazzeggiletterari.wordpress.com/

Annunci

21 Risposte to “OGNI GIORNO SORPRESE E RICOMPATTAMENTI”

  1. maria pia Says:

    sorprese e ricompattamenti per chi,
    per noi?

  2. Lucio Angelini Says:

    per chi ne avesse ancora voglia, come già detto:-)

  3. Lucio Angelini Says:

    OT. FIRMATE LA PETIZIONE “FUORI DALLA LAGUNA LE MAVI INCOMPATIBILI”

    http://salviamovenezia.wordpress.com/2012/05/05/firma-la-petizione-popolare-fuori-dalla-laguna-le-navi-incompatibili/

  4. diait Says:

    giovini, sentite una roba: ma il lunedì leggere la cronaca delel gite di lucio era un antidepressivo. Non si potrebbero riprendere almeno quelle? Per chi ama vivere vicariously – la pista ciclabile, la ferrata, il maso, la grangia e la malga, le ciaspe, la foto umoristica, insomma, the full Monty. Sentiamo un po’ che ne pensa Lucio.

  5. diait Says:

    eventualmente lo si potrebbe ricattare con la minaccia di non firmare la petizione. Simpaticamente.

  6. paolo f Says:

    Il lunedì son sempre curioso di due cose: vedere come aprono i mercati (specialmente domani, dopo le elezioni in Grecia) e sapere che ha combinato Lucio nel weekend.

  7. diait Says:

    ma ‘nfatti. Nessuno firma niente finché non compare un cucuzzolo de montagna, una frasca, un trekking, un ottomila senza ossigeno. Chiaro?

  8. paolo f Says:

    Ottomila senza ossigeno, forse, nei tempi migliori: ora ci accontentiamo delle ferrate classiche, via;-)

  9. paolo f Says:

    A meno che, invece, annunci al mondo un irresistibile:

    PARTO PER FANO

  10. Lucio Angelini Says:

    Vi aggiorno: malgrado le pessime previsioni meteo, oggi sono stato con altri 5 amici di Trekking Italia sul monte Cimone (prealpi vicentine), poi, a Tonezza del Cimone per capatina alla base aeronautica dove qualche decennio fa espletai una parte del servizio di leva come sottotenente… ho trovato la caserma chiusa e in abbandono. più tardi, lungo la ciclopedonale ex ferrovia Rocchette-Arsiero, abbiamo incontrato uno sboronissimo pavone, che non si è peritato di pavoneggiarsi davanti a noi in tutte le pose possibili. qualche foto in facebook:-)

  11. paolo f Says:

    Grande, Lucio: anch’io ho due sboronissimi pavoni vicino a casa, vado spesso a trovarli quando porto in giro il cane.

  12. diait Says:

    “Cominciamo dai pavoni. Perché Flannery O’Connor allevò pavoni? Non seppe rispondere lei stessa: «Non lo so», ha scritto. Allevava polli fin da bambina. Aveva cinque anni e un suo pollo, «un Bantam marroncino della Cocincina, aveva la particolarità di riuscire a camminare sia in avanti sia all’indietro». Andò a filmarlo un fotografo della Pathé News. Il povero pollo «poco dopo morì, non c’è da stupirsene».

    Flannery O’Connor era dotata di una forte vis comica. Ma davanti ai pavoni confessò di non poter far altro che tenersi «in una reverente soggezione». In una lettera a un’amica, l’anonima A. dell’epistolario, il 25 novembre del ’55 scriveva: «Dove c’è un pavone c’è anche una mappa dell’universo».” (Enzo Siciliano)

    “Il finale della storia terrena di Flannery O’Connor è un giardino schiamazzante di pavoni, le code simili a una «mappa spiegata dell’universo» spalancate a mostrare «una galassia di soli cinti da aureole» e di «piccoli pianeti […] bronzini». Quaranta pavoni. Cosa significava quell’inquietante epifania di bellezza per lo sguardo allenato della scrittrice? Gli antichi ritenevano che la carne di pavone fosse incorruttibile; e l’iconografia cristiana ne fece il simbolo della resurrezione. «L’ultima parola è dei pavoni» conclude la O’Connor: un prodigioso “Alleluja!” alzato al cielo da un coro di voci sgraziate.” (Antonio Spadaro)

  13. diait Says:

    Lascio qui una comunicazione di servizio per i fanensi:

    I Conigli in diretta da Fano, Sala riunioni del Centro Pastorale Diocesano (ex Seminario), Via Roma 118, nell’ambito della Campagna di raccolta del vetro di qualità Coreve
    Prenotate i vostri posti chiamando la segreteria telefonica del Ruggito del Coniglio 06.3215574

  14. fabio painnet blade Says:

    viva i pavoni! Abbasso i tacchini!

  15. Lucio Angelini Says:

    @diait. che è ‘sta roba dei conigli per i fanesi? sarò a Fano nella prima quindicina di giugno…

  16. diait Says:

    niente, è “Il ruggito del coniglio” (radiodue) in trasferta a Fano il 18 maggio. Ah, è “fanesi”, non fanensi, patavini o eporediesi…

  17. Lucio Angelini Says:

    @fabio. non titubare, entra pure. uccideremo il vitello grasso per accogliere il figliol prodigo:-)

  18. fabio painnet blade Says:

    no grazie! trovati un altro vitello.

  19. paolo f Says:

    Ma tu sei il figliol prodigo, non il vitello!

  20. fabio painnet blade Says:

    E fra l’altro non son neppure grasso

  21. Lucio Angelini Says:

    @fabio. tu figliol prodigo, non vitello grasso. se ti impegni, puoi cogliere anche tu la sottile differenza, anche senza uso di scientificissimi parametri oggettivanti:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...